Tartarughe marine, il commercio Usa-Cina mette a rischio più di una specie

di Redazione 2

Ogni anno milioni di tartarughe marine statunitensi che vengono allevate o catturate allo stato selvatico finiscono sulla tavole dei cinesi, dove l’antica prelibatezza riservata alle èlites è divenuta purtroppo facilmente abbordabile anche dalle masse.
La crescita delle esportazioni di tartarughe dagli Stati Uniti al mercato cinese è in picchiata.

I cinesi non usano le tartarughe marine solo come piatto prelibato, ma utilizzano anche parti dell’animale nella medicina tradizionale cinese, come potenziamento del sistema immunitario e miglioramento delle prestazioni sessuali.
Gli ambientalisti temono che questa forte domanda provocherà l’estinzione di alcune delle specie di tartarughe d’acqua dolce diffuse negli Stati Uniti.
Ecco perché lo Stato della Florida ha appena approvato una nuova legge che pone fine all’allevamento a fini commerciali delle tartarughe.

Il nuovo statuto, in vigore dal 20 luglio, pone limiti all’ “uso non commerciale” degli animali marini, quantificandoli in un massimo di una sola tartaruga al giorno che può essere venduta da ogni singolo commerciante, restrizione valida per la maggior parte delle specie dello Stato.
Le paludi, i fiumi, le coste della Florida offrono ricchi habitat per 25 specie di tartarughe marine, molte delle quali sono in declino a causa della caccia umana, secondo quanto si evince dal monitoraggio del Florida Turtle Conservation Trust.
La domanda cinese ha già decimato le popolazioni in paesi come il Myanmar (Birmania), il Vietnam, l’Indonesia, secondo l’organizzazione no-profit Conservation International.

L’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN) stima che il 75% delle tartarughe d’acqua dolce in Asia è ormai minacciata di estinzione. Questo declino ha posto una maggiore pressione sui luoghi in cui gli animali sono ancora abbondanti, tra cui molte aree degli Stati Uniti.
Tra il 2003 ed il 2005 sono state esportate dagli Stati Uniti circa 32 milioni di tartarughe, stando ai dati forniti da uno studio del World Chelonian Trust, un’associazione a difesa delle tartarughe.

[Fonte: National Geographic]

Commenti (2)

  1. Hi there,I read your blog named “Tartarughe marine, il commercio Usa-Cina mette a rischio più di una specie | Ecologiae.com” on a regular basis.Your story-telling style is witty, keep it up! And you can look our website about [url=http://www.aghanyna.com/arabic/]تحميل اغانى[/url].

  2. Hi,I check your blog named “Tartarughe marine, il commercio Usa-Cina mette a rischio più di una specie | Ecologiae.com” regularly.Your writing style is witty, keep doing what you’re doing! And you can look our website about how to plan a small wedding.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.