Trivellazioni in Sicilia, per il WWF danni gravissimi, Orlando deve fermarle

di Matteo Carriero 10

 Trivellazioni in Sicilia, per il WWF i danni sono gravissimi, esplosivi. Orlando deve fermarle, deve avere il coraggio di cambiare direzione rispetto alla sciagurata deriva innestata dal Governo Monti. Per ora il ministro Orlando ha mantenuto un basso profilo su questo: non sarebbe ora che il ministro dell’ambiente dicesse qualcosa?

Proprio ieri, tra le 10 fatiche del ministro Orlando, ovvero tra 1 dei punti cruciali da affrontare, ricordavamo la necessità di fermare la deriva petrolifera italiana innestata dallo scorso governo. Concessioni su concessioni, esplorazioni petrolifere un po’ ovunque, molte nei mari della Sicilia. E tutto questo, naturalmente, significa trivelle.

Il WWF interviene nuovamente, portando avanti la campagna “Sicilia: il petrolio mi sta stretto”, chiedendo alla commissione tecnica competente del Ministero dell’Ambiente di bocciare i progetti di esplorazione petrolifera dell’Eni e di Edison nel canale di Sicilia, zona ricchissima dal punto di vista della biodiversità, basti pensare che

vi nuotano delfini, balenottere, mante mediterranee, aquile di mare, squali, tonni, pesci spada e tartarughe marine.

Il WWF ha lanciato anche una petizione contro le trivellazioni nei mari siciliani che proseguirà per tutta l’estate. Il sindaco di Pantelleria, dal canto suo, ha chiesto un incontro con il ministro dello sviluppo economico Zanonato e con il ministro Orlando per discutere la questione. Come accade praticamente sempre in questi casi, in nome del petrolio la volontà di cittadini e di rappresentanti locali viene sistematicamente calpestata. Come ha splendidamente sottolineato Marco Costantini, il responsabile Mare di WWF Italia

Dove tutte le navi passano, dove tutti i pescatori pescano, nel cuore più prezioso del Canale di Sicilia, lo Stato Italiano vorrebbe trasformare il tragitto, da libero qual è, ad una corsa ad ostacoli sotto il segno del petrolio.  Il WWF vuole fermarlo creando una nuova area protetta a Pantelleria, un obiettivo che possiamo raggiungere solo con l’aiuto dei cittadini di Pantelleria e dei tantissimi cittadini italiani e europei che firmeranno la nostra richiesta.

Basta trivellazioni. La richiesta, ovviamente, non è solo del WWF o dei cittadini di Pantelleria. È di tutti.

Photo Credits | St33vo su Flickr

Commenti (10)

  1. Dov’è la petizione?
    Al governo è già partita contro le multinazionali del petrolio ma sarebbe sicuramente utile una al governatore siciliano.
    C’è qualcuno che abbia la possibilità di iniziarla? Sarebbe bello partisse dalla Sicilia.
    maurizio

  2. Cominciamo ad abituarci all’idea di sfruttare l’energia solare…il nostro oro sono le ricchezze naturalistiche….

    1. wh0cd989836 [url=http://ampicillin2017.us.com/]ampicillin[/url] [url=http://bupropionxl.us.com/]bupropion xl[/url]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.