Strada solare, l’ultima novità rinnovabile arriva dalla Francia

di Luc 2

In Olanda quando si parla di energie rinnovabili sono sempre un passo avanti a tutti, ma anche la Francia si sta impegnando per arrivare ad un buon livello, considerando sopratutto la realizzazione della prima strada solare, che prende il nome di Wattway.

355346-805x453

La presentazione di questa particolare strada ad energia solare è avvenuta all’interno del Salone Mondiale dell’Efficienza di Parigi, mentre in Olanda si erano fermati allo sviluppo di una pista ciclabile solare.

Sono ben cinque anni che l’Ines (ovvero l’istituto nazionale di energia solare) e la Colas si stanno occupando della realizzazione di questo progetto: una strada che viene creata utilizzando delle lastre fotovoltaiche che hanno uno spessore pari a soli pochi millimetri.

Sono delle lastre, come si può facilmente intuire, davvero molto particolari, dal momento che sono state realizzate con una resina dalla super resistenza, in cui sono presenti le celle solari in silicio policristallino.

Queste lastre possono essere solcate da qualsiasi tipologia di vettura, compresi anche i tir. Insomma, le infrastrutture fotovoltaiche stanno prendendo piede, dopo la realizzazione del ponte fotovoltaico più lungo al mondo a Londra.

Uno dei vantaggi di questo brillante progetto d’Oltralpe sta sicuramente nel fatto che le lastre si possono inserire all’interno di strade che già esistono nelle città: è sufficiente immetterle utilizzando un apposito processo di incollaggio e, di conseguenza, non vi è alcuna necessità di costruire appositamente delle nuove strade.

Ovviamente, uno dei punti di forza principali di questa strada solare, come ribadito anche dal boss della Colas, Hervé Le Bouc, è quello di garantire una notevole produzione di energia: immaginate solo come la copertura del 25% delle strade francesi permetterebbe alla Francia di essere indipendente per quanto riguarda la produzione energetica.

I numeri e le potenzialità della Wattway

Quindi, facciamo qualche semplice calcolo per capire quanto siano efficienti queste lastre: solamente venti metri quadri di strada solare bastano per soddisfare le esigenze energetiche di una famiglia, mentre un chilometro è in grado di garantire la produzione di energia necessaria ad illuminare città da 5 mila abitanti, mentre con 100 metri quadri si può ottenere energia sufficiente per ricaricare un’auto elettrica per almeno altri 100 mila chilometri.

Quindi, sarebbe sufficiente una copertura del 2,5% della viabilità francese, in base a quanto riferito da Le Bouc, per garantire la produzione del 10% delle esigenze energetiche complessive a livello nazionale.

Fino ad ora i test si stanno concentrando su Chambery e Grenoble, con una simulazione di percorrenza pari ad 1 milione di chilometri, che equivalgono a sostenere il traffico di una strada tradizionale per un ventennio.

Commenti (2)

  1. Quando parliamo di energie rinnovabili applicate al settore dei trasporti, subito pensiamo a biciclette, macchine elettriche e autobus ecologici, concentrandoci, quindi, sui mezzi che utilizziamo ogni giorno. Ma abbiamo mai pensato al contributo che potrebbero dare le nostre strade, nella produzione di energia pulita?
    Il progetto di una strada a energia solare come quella che stanno testando in Francia e di cui si parla in questo interessante articolo, mi sembra non solo innovativo, ma quasi eccezionale nel suo genere. L’efficienza delle lastre fotovoltaiche utilizzate, infatti, garantirebbe, con la sola copertura del 25% delle strade francesi, una produzione energetica tale da soddisfare il fabbisogno totale del Paese. Inoltre, potendo inserire queste lastre all’interno delle strade già esistenti, non sarebbe necessario costruirne altre; il risparmio, economico ma soprattutto ambientale, è quindi evidente.
    La continua ricerca nel campo delle energie rinnovabili deve farci da stimolo nel realizzare e implementare progetti innovativi come quello che stanno testando in Francia. Mi auguro, infatti, che anche in Italia imboccheremo questa nuova direzione, fatta di gesti concreti per proteggere l’ambiente e migliorare, insieme ai nostri spostamenti, anche la nostra qualità della vita.

    Julia Cozzi Xerox Spa – Europe Country Manager – Marketing & Communication Europe

  2. wh0cd735439 [url=http://azithromycinprice.click/]azithromycin price[/url] [url=http://kamagraonline.in.net/]kamagra online[/url] [url=http://levitra-20-mg.gdn/]levitra 20 mg[/url] [url=http://elimite-online.us/]elimite[/url] [url=http://buy-elocon-cream.in.net/]buy elocon cream[/url] [url=http://cost-of-cialis.gdn/]cost of cialis[/url] [url=http://buyviagraonline.site/]buy viagra us pharmacy[/url] [url=http://viagraonlinewithoutprescription.us/]viagra online without prescription[/url]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>