Asma e allergie si combattono a tavola

di Redazione 5

Una dieta mirata è la chiave per vincere il male di stagione: le allergie. Se prediligiamo sulla nostra tavola alimenti ricchi di sostanze che rafforzano il nostro sistema immunitario, creiamo uno scudo difensivo per il nostro corpo. Per prima cosa non bisogna mai escludere dalla dieta alimenti ricchi di vitamina A, contenuta in spinaci, broccoli e uova, la vitamina C, soprattutto per chi soffre di allergie respiratorie come l’ asma, aumentando il consumo di agrumi, pomodori crudi, peperoni gialli, piselli e germogli di soia, che dilatano i polmoni.


Un importante apporto è quello dei minerali, quali il selenio, lo zinco, il rame, dei quali sono ricchi le lenticchie, il grano, i broccoli ed il miele. La verdura non deve mai mancare sulla tavola perche’ facilita la depurazione dell’ organismo dalle tossine, stimolando i reni, e favorisce l’ assimilazione delle vitamine.

Tuttavia nel caso di allergia ai pollini è meglio non consumare ne’ carote ne’ kiwi, poichè sembrano scatenare l’ abbassamento delle difese immunitarie, come anche le mandorle e i cereali per chi soffre di allergia alle graminacee.

Il modo giusto per fortificare l’ organismo è consumare frutta e verdura cruda, scegliendo alimenti che mirino a fortificare il sistema immunitario, come la soia, le ciliegie, il miglio, il grano saraceno, i frutti di bosco (per chi soffre di raffreddore allergico), carni bianche e latticini (per chi soffre di congiuntivite), agrumi e banane (per chi soffre di asma).

L’aumento dell’incidenza delle allergie è dovuto anche all’ eccessivo consumo, negli ultimi anni, di prodotti confezionati, come le merendine, ricche di aromi, edulcoranti e conservanti, come la carne in scatola e le bibite gassate. Le bevande alcoliche e i formaggi fermentati (emmenthal, parmigiano e gorgonzola) inducono nel corpo la liberazione di istamina, che induce il richiamo delle cellule linfocitarie, scatenando la reazione infiammatoria e di ipersensibilita’.

Sul banco degli imputati salgono anche i frutti rossi (ribes, lamponi e fragole) che, nonostante siano protettivi contro il raffreddore allergico, causano spesso reazioni cutanee diffuse (orticaria) e le pesche a pasta gialla, piuttosto difficili da digerire.

Commenti (5)

  1. L’dea sarebbe anche buona, si dà il caso però che la maggior parte di questi alimenti diano gravi reazioni allergiche in molte persone, (vedi uovo, pomodori, agrumi….) ragion per cui questa dieta non può essere assolutamente consigliata a ” tutti ” coloro che soffrono di asma allergica. Meglio attenersi allo stretto consiglio dello specialista di ciascun soggetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.