Astronomia, arrivano le Orionidi, le stelle cadenti d’autunno

di Fabiana Commenta

Chi ha detto che è possibile ammirare le stelle cadenti solo ed esclusivamente in estate? Naso all’insù e occhi puntati al cielo con l’arrivo delle Orionidi, le stesse cadenti d’autunno che popolano il cielo di questi giorni e con un picco di visibilità previsto fra il 18 e il 24 ottobre. 

Orionidi, le stelle cadenti d’autunno

Le Orionidi, dette anche stelle cadenti d’autunno, rappresentano uno degli appuntamenti astronomici più importanti dell’anno. Il nome, Orionidi, deriva dalla loro provenienza perché sembrerebbero arrivare dalla costellazione di Orione, ma in realtà si tratta di uno sciame che viene originato da polveri e detriti della cometa di Halley causati da alcuni frequenti passaggi vicino al Sole. 

Orionidi, come osservare le stelle cadenti d’autunno 

Naturalmente per osservare al meglio le Orionidi è bene scegliere luoghi privi di inquinamento luminoso in modo tale da poter riuscire a cogliere le stelle anche ad occhio nudo. 

Il periodo migliore per poter osservare le Orionidi è quello compreso fra il 18 e il 24 ottobre, ma soprattutto le ultime notte notti quelle compresa fra il 22 e il 23 e tra il 23 e il 24 ottobre. 

Il momento è migliore perché si tratta di notti più buie: la Luna infatti sorgerà più tardi della costellazione di Orione e consentirà una buona osservazione delle stelle. 

Nelle migliori delle condizioni è anche possibile poter osservare alcune decine di stelle nell’arco di una notte considerando anche la maggiore durata della notte proprio in questo momento dell’anno. Il momento migliore per osservare le Orionidi è quello compreso fra la mezzanotte e le ore 3:30 circa; subito dopo infatti la Luna potrebbe cominciare a disturbare la visibilità con la sua luce. 

Gli espetti della Uai, Unione Astrofili Italiani, spiegano che le Orionidi presentano una serie di variazioni della frequenza e non esiste un momento di picco massimo di visibilità.

L’osservazione è migliore come sempre quando il radiante, il punto di origine delle stelle cadenti, è già alto nel cielo. 

Gli altri appuntamenti del cielo di ottobre

Oltre all spettacolo delle Orionidi, non mancheranno poi altri eventi astronomici per gli appassionati: nel corso delle prime ore della sera sarà ancora possibile poter osservare il pianeta Giove.  Guardando verso Est prima dell’alba si potrà ossevare Marte, e Venere comparirà prima del crepuscolo. Il 28 ottobre occhio invece ad Urano che si troverà in opposizione rispetto al Sole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.