Auto elettriche, fabbriche a basso impatto e riciclaggio per la svolta Eco2 della Renault

di Redazione 9

All’Environment Workshop 2010 di Renault, svoltosi all’Eco2 Center di Parigi, è stata invitata la redazione di Ecologiae per testare i nuovi veicoli elettrici della gamma ZE, in uscita nel 2011- 2012, ricevere delucidazioni in merito alla politica sostenibile della casa automobilistica e allo sviluppo di nuove tecnologie sempre meno inquinanti.

Al centro degli obiettivi Renault compare la mobilità sostenibile per tutti. Automobili ecologiche ed economiche, con prezzi abbordabili sul mercato, amiche del cliente e dell’ambiente.
In particolare, l’azienda investe sullo sviluppo massiccio di infrastrutture, in primis le colonnine di ricarica,  per favorire l’acquisto di auto elettriche su larga scala. Grazie a più di 60 partnership con istituzioni governative ed enti private europei e non, la Renault punta all’espansione delle vetture elettriche.

L’ampliamento del mercato delle auto elettriche è solo uno degli aspetti della politica ambientale della Renault che nel 2009 ha creato il Sustainable Mobility Institute insieme a ParisTech per dare maggior slancio alla ricerca per la mobilità sostenibile. Rivisitato in chiave eco-sostenibile c’è l’intero processo di produzione dei veicoli. Si parte dagli stabilimenti con certificazione ISO 14001,  che sfruttano le energie rinnovabili, la cogenerazione e puntano al risparmio energetico, tagliando sui consumi di acqua e riducendo l’emissione di scarichi reflui. Nel 2012 l’azienda stima un risparmio di risorse idriche pari al 12% in più rispetto a quello ottenuto nel 2007.

Si passa alla scelta dei materiali impiegati nella costruzione dei veicoli, dalle vernici con meno emissioni di composti volatili organici all’impiego di plastica riciclata nelle nuove vetture. La New Scenic, per farvi soltanto un esempio, contiene 34 kg di plastica riciclata.

Per arrivare ai veicoli, i veri protagonisti del cambiamento, con il lancio della Renault Kangoo Express Z.E. previsto per la prima metà del 2011, e della Fluence Z.E. Altre due new entries nella gamma dei veicoli elettrici del futuro saranno Twizy Z.E. Concept, due posti alternativa allo scooter in città e la Zoe Z.E. Concept.

Infine, grazie a delle partnership con aziende private di smaltimento e riciclaggio, tra cui la SITA in Francia, Renault si occuperà del fine vita dei veicoli, con l’obiettivo di recuperare e riutilizzare gran parte dei materiali in un nuovo ciclo di produzione.

[www.sustainable-mobility.org]

Commenti (9)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.