Il carbon trading può essere uno strumento efficace, ma dannoso nelle mani sbagliate

di Redazione Commenta

Il carbon-trading (la commercializzazione dei diritti alle emissioni di carbonio) con il suo mix di principi di libero mercato e di auto-regolamentazione, sostiene l’appello di livello mondiale per ridurre le emissioni delle imprese. Ma la mancanza di un mercato mondiale per il commercio del carbonio e le problematiche sulla sorveglianza e contabilità per gli offset di inquinamento solleva interrogativi sulla sua redditività.

I fattori che complicano la situazione iniziano con la negoziazione del “prodotto”, in questo caso la mancanza di un gas invisibile. A questo si aggiunge l’intangibilità dell’accredito delle imprese per la riduzione prevista delle emissioni di gas a effetto serra.

Sono una bestia difficile; un bene ambientale non è un bene privato naturale, come un tubetto di dentifricio o un taglio di capelli. Si può guardare lo specchio per capire se un taglio di capelli è un buon prodotto […] nel commercio di carbonio è solo un pezzo di carta, un record in un database, ed è la fiducia che in realtà non rappresenta una contabilità veritiera delle emissioni

ha spiegato Michael Gillenwater, decano della Greenhouse Gas Management Institute, in un’intervista alla Cnn. La commercializzazione del carbonio utilizza il bastone e la carota per ridurre i gas che causano il riscaldamento globale. Il bastone: tetto di emissioni totali ai Governi che richiedono permessi costosi e pesanti multe per le emissioni. La carota: l’industria trova il modo di ridurre le emissioni per diminuire i costi e con questi avanzi acquista assegnazioni inquinanti da vendere al miglior offerente sul mercato aperto.

La commercializzazione del carbonio consente alle aziende di inquinare fino ad un certo punto, ma, in teoria, l’importo complessivo dell’inquinamento deve essere inferiore ai livelli attuali. Più di 30 Paesi in tutto il mondo hanno o stanno programmando un mercato di scambio del carbonio. Per una negoziazione del carbonio che funzioni veramente, però, il mercato deve essere in tutto il mondo, ha aggiunto Louis Redshaw della Barclays Capital.

Gli Stati Uniti non sono abbastanza vicini, ma si avvicinano alla realizzazione del cap and trade. Il Giappone sta facendo la stessa cosa. La Corea del Sud, addirittura, sta per seguire ciò che il Giappone fa.

La legislazione del cap and trade incontra l’opposizione dei partiti e la pressione del settore energetico, come ha recentemente annunciato il Senato australiano all’inizio di questo mese, provocando una rissa politica tra il primo ministro Kevin Rudd e il governo laburista al potere. Il governo prevede di reintrodurre la normativa nel mese di febbraio.

L’Unione europea è sede del più grande sistema di scambio delle emissioni, ma questo è stato oggetto di denunce che permettono che troppo inquinamento possa essere rilasciato.

La commercializzazione del carbonio da sola non può salvare il pianeta. Può contribuire a rendere attuabile il processo più economico, ma solo se i politici fissano obiettivi sufficientemente ambiziosi

ha affermato Robert Rabinowitz dell’European Climate Exchange. Il mercato globale per lo scambio delle emissioni è “vulnerabile agli scandali finanziari tipo Enron” a causa della mancanza di standard globali sulle emissioni di contabilità e di professionisti qualificati per tenere conto di questi cambiamenti, secondo il rapporto 2009 sul cambiamento climatico e sui gas serra pubblicato all’inizio di quest’anno.

Ogni accredito che coinvolge le proiezioni è intrinsecamente incerto e vulnerabile alla manipolazione da parte di gente senza scrupoli

conclude il rapporto. La questione è destinata a far discutere ancora molto.

Fonte: [Cnn]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.