Consumatori milanesi sostenibili e responsabili, arriva Garabombo

di Valentina Ierrobino 1

Torna il consueto appuntamento con il commercio equosolidale a Milano, presso le tende di Garabombo: Chico Mendes Altromecato, Radio Popolare e cooperativa Librerie rinnovano il loro incontro con i cittadini milanesi per proporre un’altra economia quella del commercio equo, dei prodotti biologici, della filiera corta, dei manufatti in carcere, delle cooperative sociali italiane che hanno coltivato sui terreni confiscati alle mafie. Ma per questa edizione importanti novità arrivano anche per l’abbigliamento, gli articoli per la casa gli accessori, le idee regalo Natale 2011, prodotti di cosmesi e tanti libri.

Il successo di pubblico della scorsa edizione, con oltre 40.000 visitatori, ha portato nuovi mercati a Garabombo e quest’anno si potranno acquistare tra i prodotti dl commercio equo e solidale anche i gioielli della Palestina, abiti della collezione di moda di Altromercato, ma anche idee regalo della linea benessere Natyr e un ricco assortimento di articoli per la casa e per la cura della persona, tutti rigorosamente realizzati con materie prime di qualità, in modo artigianale e nel peino rispetto dei diritti dei lavoratori e dell’ambiente. Ecco in dettaglio le sezioni di Garabombo:

  • cibo locale, buono e giusto. L’agricoltura biologica, la filiera corta e le cooperative sociali italiane sono il fiore all’occhiello del settore alimentare di Garabombo con salumi, formaggi, biscotti, salse e tantissimi prodotti della linea “Libera Terra” provenienti dai terreni confiscati alle mafie;
  • regali ecosostenibili. Il catalogo è molto vasto, con borse e accessori realizzati con materiali riciclati, scarpe Astorflex prodotto interamente in Italia, orologi Oxidos in metallo riutilizzato proveniente dalla Colombia, ma anche borracce in alluminio riciclabile e bigiotteria in carta riciclata ed infine la vasta sezione dedicata ai libri del consumo critico e consapevole;
  • economia carceraria. Molti sono i prodotti realizzati dai carceri del Paese, le magliette “made in jail” da Rebibbia, i gioielli realizzati nel carcere di Mantova, i biscotti della “Banda Biscotti” da Verbania, i vini “Recluso” e “Sette Mandate” dalla struttura carceraria di Velletri

L’appuntamento con la XV edizione del Banco di Garabombo è per oggi pomeriggio alle 18.00, in via Mari Pagano, con un aperitivo jazz offerto a tutti i consumatori milanesi sostenibili e responsabili. Visto il successo degli anni passati del commercio equosolidale,  l’assessore al Commercio del Comune di Milano ha annunciato che la tenda di Garabombo sarà l’ultima: dal prossimo anno Garabombo diventerà

manifestazione tradizionale milanese, a partire dal 2012.

Il banco di Garabombo chiuderà i battenti lunedì 9 gennaio 2012.

[Fonte e foto: Banco di Garabombo]

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.