Ecopass Milano, proposte dal Comune e raccolta firme

di Valentina Ierrobino 1

Il nuovo Ecopass da strumento di lotta per lo smog a Milano rischia di divenire una risorsa del Comune per fare cassa. I commercianti non ci stanno, ritenendo la delibera “devastante per lo shopping” e i residenti neppure perché la trasformazione del nuovo Ecopass in congestion charge prevede un ticket di 5 euro per tutti. Compatti contro la congestion charge tra due settimane daranno vita ad una raccolta firme contro il nuovo Ecopass. Intanto dal Comune presentano 4 possibili soluzioni.

Sul sito del Comune di Milano si legge che le modalità e le tariffe per l’accesso all’area a traffico limitato sono invariate rispetto al periodo precedente e che la ztl sperimentale Cerchia dei Bastioni è stata prorogata fino all’ultimo dell’anno. L’abbonamento scaduto ieri 30 settembre, potrà essere integrato con il nuovo che sarà valido fino al 31 dicembre 2011. I costi dell’abbonamento annuale sono ripartiti in base al tipo di veicolo:

  • 50 euro per le vetture che rientrano nella classe III di inquinamento;
  • 125 euro per i veicoli di classe IV di inquinamento;
  • 250 per le auto di classe V di inquinamento.

Il tavolo delle consultazioni con Assolombarda, categorie di commercianti e artigiani e con associazioni ambientaliste è ancora aperto, ma nel frattempo sono state individuate quattro possibili soluzioni al nuovo Ecopass:

  • Ticket di 5 euro per tutti per accedere alle aree di congestion charge;
  • Ticket differenziati in base all’ora di accesso alle ztl: ticket di 6 euro la mattina fino alle 11.30 e ticket 3 euro dalle 11.30 in poi;
  • Ticket di 6 euro per i mesi invernali e ticket di 3 euro per quelli estivi
  • Aumento delle tariffe per ogni classe di inquinamento, con maggiori costi per i veicoli più inquinanti.

Come ha sottolineato Carlo Masseroli capogruppo Pdl in consiglio comunale, il nuovo Ecopass

E’ solo un’ulteriore tassa sulla mobilità: inefficace sull’ambiente, elitaria per il traffico. L’unico esito sarà quello di far utilizzare l’auto a chi è più ricco. E per le classi medio basse? Si incentiva l’uso dei mizzi pubblici aumentando il biglietto del 50%?

[Fonti: Comune di Milano; Il Corriere della Sera]

Commenti (1)

  1. Very great post. I simply stumbled upon your weblog and wanted
    to mention that I have truly loved browsing your blog posts.
    In any case I will be subscribing on your
    rss feed and I hope you write once more soon!

    Look at my web blog – ig

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.