Ambiente, la nuova generazione di pesticidi che ha cambiato l’equilibrio per le api

di Valentina Ierrobino 1

Dopo il divieto votato dalla Commissione europea all’Ambiente per l’uso di pesticidi e insetticidi a base di neonicotinoidi insorgono i produttori di pesticidi perché, secondo loro, non tutti i prodotti chimici utilizzati in agricoltura sono tossici o letali per le api e per gli insetti impollinatori. Le ricerche scientifiche tuttavia dicono il contrario…

Il divieto dell’uso di pesticidi neonicotinoidi sulle colture che attraggono le api sta facendo molto discutere in Europa e principalmente nelle aziende che producono pesticidi. Come abbiamo visto, i prodotti contenenti neonicotina hanno un effetto dannoso e persino letale sulle api e sugli insetti impollinatori ma, come spiegano i produttori di pesticidi, non tutti i prodotti possono essere banditi dalle coltivazioni.Eppure diverse ricerche effettuate da enti accreditati, dicono il contrario: dai test effettuati in laboratorio e dalle indagini scientifiche è stato provato che i semi trattati con insetticidi in polvere conducono le api alla morte nei casi più gravi, oppure l’esposizione ai pesticidi neonicotinoidi possono interferire con le funzioni fondamentali degli insetti e dei bombi.

In un recente articolo apparso sulla rivista scientifica Current Opinion in Environmental Sustainability, si legge che tali insetticidi possono alterare le’equilibrio delle colonie di api a partire dalla deposizione delle uova e dallo sviluppo delle larve. Possono alterare anche la memoria e l’apprendimento degli insetti apportando danni al sistema nervoso centrale, possono aumentare i rischi di contrarre malattie e possono modificare la vita stessa all’interno dell’alveare. L’uso sinergico di insetticidi neonicotinoidi e di altri prodotti chimici di sintesi possono produrre il collasso della colonia e la morte di tutte le api che la popolano. La tossicità dei pesticidi può, inoltre, passare nel terreno e inquinare il suolo e le acque. Gli stessi insetti volando di fiore in fiore possono trasportare le sostanze tossiche anche lontano dalla coltura trattata con gli insetticidi. Alla luce di fatti, le richieste dei produttori di pesticidi, che denunciano scelte drastiche per loro, non sembrano fondate su verità.

[Fonte: Treehugger]

[Photo Credit | Thinkstock]

 

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.