Innalzamento dei mari, Londra sarà sommersa entro il 2100

di Marco Mancini Commenta

Lo scioglimento dei ghiacciai, con conseguente innalzamento del livello dei mari, è più grave di quanto pensassimo. Ne sono convinti al British Antartic Survey, organismo scientifico britannico che per far capire ai propri concittadini il pericolo a cui vanno incontro se non si prendono provvedimenti, ha disegnato uno scenario catastrofico: l’intera città di Londra sommersa entro la fine del secolo.

A dir la verità non sono i primi a prevedere uno scenario del genere. Già alcune esondazioni del Tamigi (di cui quella più catastrofica avvenuta mezzo secolo fa) hanno portato morte e distruzione in buona parte della città. Per questo è stato realizzato un sistema di dighe mobili che si innalzano quando il fiume è in piena per evitare che esondi. Ma nemmeno questa tutela potrebbe bastare in futuro.

E non finisce qui. Nello studio intitolato From Ice to High Seas (dal ghiaccio all’innalzamento dei mari), lo studioso David Vaughan mostra come i pericoli non dovrebbero riguardare solo la City, ma mezzo Regno Unito, in particolare le città costiere, rischia lo stesso destino. Lo scioglimento dei ghiacciai così evidente porta gli scienziati a calcolare che, entro il 2100, il livello dei mari verrà innalzato a livello globale di circa 69 centimetri, mentre intorno all’isola britannica, a causa di un gioco di correnti ed altri fattori, potrebbe raggiungere circa un metro, ed in altre parti del mondo come l’Australia anche un metro e mezzo.

A questo si aggiungerebbe il fenomeno del cosiddetto Storm Surge, ovvero un susseguirsi di cicloni e uragani che verranno peggiorati dai cambiamenti nelle correnti (già negli ultimi anni ne stiamo avendo una prova), i quali completeranno l’opera di lasciare l’intera Londra, o quasi, sotto l’acqua. Secondo i ricercatori però siamo ancora in tempo per difenderci. Per quanto riguarda specificatamente la città londinese, basterebbe rinforzare la Thames Barrier, mentre per il resto del mondo bisognerebbe prevedere delle protezioni sulle città costiere, e soprattutto ridurre l’inquinamento per fermare lo scioglimento dei ghiacciai.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.