Squali a rischio estinzione, ora il Venezuela li protegge

di Marco Mancini 1

Se gli squali potessero consultare una cartina, da oggi molto probabilmente si dirigerebbero verso il Venezuela. Lo Stato sudamericano infatti ha annunciato che da questa settimana sono entrate in vigore due leggi per la protezione di questo importantissimo animale, perno della catena alimentare marina. La prima istituisce un’area di più di 3.700 km quadrati (grande quanto il Molise), in cui questi pescecani possono vivere senza il rischio di essere cacciati. La seconda vieta definitivamente il taglio delle pinne in tutto il Paese.

In particolare questa seconda pratica è una barbarie che purtroppo è adottata un po’ in tutto il mondo, ma in particolar modo in Asia, dove le pinne di squalo sono un piatto prelibato. Si tratta di una vera e propria tortura perché comporta la cattura di uno squalo a cui vengono tagliate le pinne prima di rigettarlo in mare. Una volta nelle profondità oceaniche non è che la pinna gli ricresce, è un po’ come se ad un uomo gli si tagliassero le gambe. Non si può più muovere, non può più nuotare ed è così destinato a morire sbranato o di fame. Si stima che ogni anno siano circa 73 milioni gli squali che fanno questa fine. Sono molti i Paesi ad opporsi a questa pratica, in particolare in Europa ed in Nord America, e negli ultimi anni anche diversi Paesi sudamericani stanno inserendo questo divieto tra le loro leggi.

La legge che istituisce il santuario vieta di fatto la pesca commerciale nell’area che circonda l’arcipelago di Los Roques, zona turistica di livello mondiale le cui principali attrazioni sono la barriera corallina e le spiagge incontaminate. E questa legge serve proprio per far rimanere tutto così com’è.

La decisione è molto importante perché, secondo gli scienziati che studiano proprio gli squali, essendo animali longevi si riproducono poco, e così se vengono cacciati ad un ritmo maggiore della riproduzione, il rischio di farli estinguere nel giro di pochi anni è molto elevato.

[Fonte: the Huffington Post]

Photo Credits | Getty Images

Commenti (1)

  1. “Awesome article post. Really Great.”

    http://fiverr.com/eebest8

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.