Terra mai così inquinata negli ultimi 15 milioni di anni

di Redazione Commenta

Si dovrebbe tornare indietro di almeno 15 milioni di anni per trovare i livelli di biossido di carbonio sulla Terra alti come lo sono oggi. A spiegarlo sono stati gli scienziati dell’UCLA sulla rivista Science.

L’ultima volta che i livelli di biossido di carbonio sono stati apparentemente alti come lo sono oggi, le temperature globali sono state 5-10 gradi Fahrenheit (-12/-15 Celsius) superiori a come che sono oggi, il livello del mare era di circa 75-120 piedi (22-36 metri) più in alto rispetto ad oggi, non c’era ghiaccio marino permanente nell’Artico e c’era molto poco ghiaccio in Antartide ed in Groenlandia

ha spiegato l’autore principale della ricerca, Aradhna Tripati, professore assistente del dipartimento di scienze della terra e dello spazio e del dipartimento di scienze atmosferiche e oceaniche dell’UCLA.

L’anidride carbonica è un potente gas a effetto serra, e le osservazioni geologiche che abbiamo ora per gli ultimi 20 milioni anni offrono un sostegno forte all’idea che l’anidride carbonica è un importante agente per la guida del cambiamento climatico nel corso della storia della Terra.

Attraverso l’analisi chimica delle bolle d’aria antica intrappolate nel ghiaccio antartico, gli scienziati sono stati in grado di determinare la composizione dell’atmosfera terrestre andando indietro fino a 800.000 anni fa, e hanno sviluppato una buona comprensione di come i livelli di biossido di carbonio sono variati nell’atmosfera da quel momento. Ma c’è stato un accordo poco prima di questo studio su come ricostruire i livelli di biossido di carbonio prima di 800.000 anni fa.

Tripati, prima di entrare in facoltà UCLA, faceva parte di un gruppo di ricerca dell’Università inglese di Cambridge che ha sviluppato una nuova tecnica per valutare i livelli di biossido di carbonio in un passato molto più lontano, studiando il rapporto tra il boro elementare e il calcio nel guscio delle antiche alghe marine unicellulari. Tripati ha utilizzato questo metodo per determinare la quantità di biossido di carbonio nell’atmosfera terrestre fino a 20 milioni di anni fa.

I livelli di biossido di carbonio sono variati solo tra 180 e 300 parti per milione negli ultimi 800.000 anni, fino a questi ultimi decenni, ha detto Tripati. È noto che i moderni livelli di biossido di carbonio non hanno precedenti negli ultimi 800.000 anni, ma la constatazione che i livelli della modernità non sono stati raggiunti negli ultimi 15 milioni di anni è nuova.

Prima della rivoluzione industriale della fine del 19esimo secolo e l’inizio del 20esimo, il livello di biossido di carbonio è stato di circa 280 parti per milione. Tale cifra era cambiata molto poco nel corso degli ultimi 1.000 anni. Ma dal momento che è iniziata la rivoluzione industriale, il livello di anidride carbonica è aumentato ed è probabile che continuerà ad aumentare se non si interviene per invertire la tendenza.

Durante il Miocene Medio (il periodo di tempo di circa 14-20 milioni anni fa), i livelli di biossido di carbonio sono stati sostenuti in circa 400 parti per milione, che è circa dove siamo oggi. A livello globale, le temperature erano 5-10 gradi Fahrenheit più calde, una quantità enorme.

Negli ultimi 20 milioni di anni, le caratteristiche chiave del record climatico sono state l’improvvisa comparsa del ghiaccio nell’Antartide circa 14 milioni di anni fa e un aumento del livello del mare di circa 75-120 piedi (22-36 metri).

Abbiamo dimostrato che questo drammatico aumento del livello del mare è associato ad un aumento dei livelli di anidride carbonica di circa 100 parti per milione, un cambiamento enorme. Questa è la prima prova che il biossido di carbonio possa essere collegato con i cambiamenti ambientali, quali cambiamenti dell’ecosistema terrestre, la distribuzione di ghiaccio, il livello del mare e l’intensità dei monsoni.

Oggi, l’Oceano Artico è ricoperto di ghiaccio congelato tutto l’anno, una calotta di ghiaccio che è stata lì per circa 14 milioni di anni. Alcune proiezioni mostrano i livelli di biossido di carbonio in aumento come 600 o addirittura 900 parti per milione nel prossimo secolo se non si interviene per ridurre l’anidride carbonica. Se questo non accadrà, i cambiamenti che attendono la Terra saranno radicali, e rischiano di riportarla di milioni di anni indietro, quando ancora non c’erano le condizioni per la vita umana.

Fonte: [Sciencedaily]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.