Farfalle a rischio estinzione, in Europa il calo è del 50%

di Valentina Ierrobino 1

farfalla rischio estinzione

Quasi la metà delle farfalle in Europa si è estinta e le restanti popolazioni degli splendidi e colorati insetti sono a rischio, a causa dell’agricoltura intensiva e della perdita di biodiversità. A lanciare l’allarme per gli insetti impollinatori è l’Agenzia euroepa dell’Ambiente che ha pubblicato in questi giorni il suo ultimo rapporto in merito.

Dopo la morìa delle api e le lotte degli ambientalisti di tutto il mondo per fermare l’uso dei pesticidi a base di neonicotinoidi, ora anche le farfalle rischiano l’estinzione. L’allarme è stato lanciato dall’Agenzia europea dell’Ambiente all’indomani della pubblicazione dell’ultimo rapporto sulla salute di 17 specie di farfalle in 19 Paesi d’Europa. Quasi il 50% degli insetti analizzati rischia di scomparire nell’arco di qualche anno. Dai dati raccolti dagli studiosi si evince che tra il 1990 e il 2011 le popolazioni di farfalle in Europa si sono quasi dimezzate con effetti importanti per la biodiversità. Delle 17 specie prese in esame 8 sono crollate del tutto, 2 sono rimaste stabili nel tempo, 1 è aumentata, per altre 6 specie la tendenza è incerta. Come spiega Hans Bruyninckx, neodirettore esecutivo dell’Agenzia

Questo drammatico declino nelle farfalle dovrebbe suonare un campanello d’allarme. In generale, gli habitat erbosi europei si stanno riducendo e se falliamo nel conservarli potremo perdere diverse specie per sempre. Dobbiamo riconoscere l’importanza delle farfalle e di altri insetti, la loro attività d’impollinazione è essenziale sia per gli ecosistemi naturali sia per l’agricoltura.

Tra le specie a rischio estinzione vi è la farfalla Polyommatus icarus, un insetto dal colore azzurro o marrone con dei riflessi violetti, e la più comune farfalla monarca. I motivi che mettono a repentaglio la vita di questi splendidi quanto preziosi insetti sono l’agricoltura intensiva con l’uso di pesticidi che rende sterile l’habitat delle farfalle, ma anche l’abbandono di terre. Molti terreni delle regioni umide e montuose dell’Europa orientale e meridionale sono stati abbandonati per la difficoltà di coltivare terre così inospitali e questo degrado ha determinato la perdita dell’habitat delle farfalle.

[Fonte: Ansa]

[Photo Credit | Thinkstock]

Commenti (1)

  1. kjop cialis pa nett http://no.pharmshop.website/cialis/ cialis uten resept

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>