Rinnovabili: Provincia Rimini, via libera al nuovo piano energetico

di Redazione Commenta

E’ stato presentato nella giornata di ieri, giovedì 17 giugno 2010, a Rimini, il nuovo piano provinciale energetico che è finalizzato a stimolare sul territorio la produzione di energia da fonti rinnovabili. La Giunta della Provincia di Rimini, infatti, ha approvato una apposita delibera che detta e fissa le regole e le procedure finalizzate all’ottenimento dell’autorizzazione alla realizzazione di nuovi impianti di produzione di energia “verde”, ma anche di quelli convenzionali.

Per quel che riguarda le energie rinnovabili, la delibera stabilisce che debbano essere promossi gli impianti da fonti rinnovabili con il fine di perseguire l’utilità sociale, e con la possibilità di realizzarli anche in ex siti industriali e comunque in aree che risultino essere già degradate o già compromesse e che, quindi, non incideranno sul consumo di suolo sul quale, tra l’altro, saranno i Comuni in coordinamento ad effettuare le dovute verifiche.

La Provincia di Rimini, inoltre, promuove, nelle aree produttive che risultino essere ecologicamente attrezzate, la realizzazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili e lo stesso dicasi anche per i tetti degli edifici vecchi e nuovi con un interesse particolare per i tetti degli immobili ad uso produttivo.

Il piano energetico dell’Amministrazione provinciale prevede anche che vengano verificate le potenzialità dell’eolico in mare, e che venga favorita sia la geotermia, sia la filiera delle biomasse; lo stesso dicasi per la mobilità sostenibile, la promozione del solare termico, in particolare, nel settore turistico ed in quello alberghiero con l’obiettivo, chiaramente, di andare ad abbattere sensibilmente le emissioni producendo grazie alla fonte solare acqua calda sanitaria. Il risparmio energetico, per gli edifici pubblici, dovrà essere certificato, mentre anche il settore del commercio, in base al Piano energetico provinciale, sarà coinvolto nella produzione di energia da fonti rinnovabili, così come con le Associazioni di categoria potranno essere sottoscritti specifici accordi su progetti aventi un particolare interesse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.