Fukushima, aumenta il livello di contaminazione. E’ allarme

di Valentina Ierrobino Commenta

fukushima contaminaizone

I livelli di contaminazione del terreno limitrofo alla centrale nucleare di Fukushima continuano ad aumentare a tal punto che l’Agenzia di Sicurezza nucleare giapponese ha messo in allerta le autorità e definito la zona come livello 3, ossia come area di incidente nucleare “grave” quando, appena 10 giorni fa, l’area della centrale era classificata come livello 1.


La stampa internazionale continua a tenere gli occhi puntati sul Giappone ed in particolare sulla centrale di Fukushima dove, a distanza di 2 anni dallo tsunami che aveva colpito la struttura nucleare causanto l’evacuazione di 160.000 persone, i livelli di contaminazione dell’area limitrofa alla zona della catastrofe continuano ad essere gravi e ad aumentare in modo significativo, mettendo in allerta la popolazione e mettendo a rischio l’intero ecosistema.

Ci eravamo occupati pochi giorni fa della centrale di Fukushima perché, dopo tante smentite e polemiche, la Nuclear Regulation Authority giapponese aveva ammesso che l’incidente avvenuto alla centrale nucleare del Giappone nel marzo 2011 poteva classificarsi ancora come livello 3, ossia come incidente nucleare grave laddove nel momento del disastro i livelli di radioattività avevavno fatto sì che l’area fosse classificata come livello 7 il massimo della gravità. Dopo la notizia sono seguite invece degli aggiornamenti sui livelli di contaminazione del terreno in cui si erano disperse le 300 tonnellate di acqua radioattiva. Ed oggi continuano ad arrivare dall’agenzia di stampa giapponese della Tepco, la società che gestisce l’impianto, nuove sui livelli di contaminazione che continuano ad aumentare. A quanto sembra in queste ore la soglia del limite della radioattività è di 1.800 milliesievert all’ora, ben 18 volte più elevata della misurazione effettuata il 22 agosto, appena 10 giorni fa. In questa data, difatti, i livelli erano di circa 100 milliesievert. Ricordiamo che la soglia stabilita dalla legge giapponese er tutelare i lavoratori delle centrali nucleari, oltre all’ambiente,  è di 50 milliesievert.

[Fonte: La Repubblica]

[Photo Credit | Getty Images]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>