Google Zeitgeist 2015, dal Terremoto in Nepal all’acqua su Marte i temi ambientali dell’anno

di Michele Costanzo 2

Google Zeitgeist 2015 Ambiente
I motori di ricerca sono forse uno degli strumenti più affascinanti per comprendere il tempo che viviamo e le tendenze che attraversano il nostro quotidiano. Come da tradizione da ormai 15 anni, anche in questo fine 2015 il report Google Zeitgeist è l’occasione per rivedere i temi e gli eventi che più hanno suscitato l’attenzione dei navigatori e dell’opinione pubblica.

Il terremoto in Nepal visto da Google Zeitgeist

Tra i temi ambientali che emergono nel Google Zeitgeist 2015 c’è anzitutto il tremendo terremoto che in primavera ha colpito la regione del Nepal. Il 25 aprile del 2015 un evento sismico di magnitudo pari a 7,8 ed epicentro nel distretto di Lamjung ha causato gravissimi danni e miglia di morti in un area che oltre al Nepal ha coinvolto anche le zone limitrofe di India, Cina, Bangladesh e Pakistan. Il terremoto è tra i più intesi mai registrati ed avviene in una regione in cui eventi di magnitudo vicino ad 8 si sono già verificati in passato.

Sulla Scala Mercalli il terremoto in Nepal è stato valutato tra il IX ed il X grado. Il sisma ha provocato oltre 8 mila vittime con gravissimi danni ad edifici e infrastrutture. A breve distanza dall’evento il CNR spiegava come l’enorme energia liberata dal terremoto abbia generato notevoli spostamenti e deformazioni misurabili addirittura attraverso acquisizioni radar da satellite. Gli effetti del terremoto si sono propagati in una larga regione fino ad interessare anche l’area del monte Everest distante oltre 200 chilometri. Successivamente alla scossa principale si sono registrate nell’area numerose ulteriori scosse con picchi di magnitudo superiori a 7.

Rivisto attraverso gli strumenti del Google Zeitgeist 2015 il terremoto in Nepal si è concretizzato anzitutto in un forte impegno di solidarietà e partecipazione. Le domande sul tema sono state infatti orientate alla ricerca di indicazioni su come aiutare le popolazioni colpite con donazioni o impegni di volontariato. Nel giorno seguente alla scossa principale Google ha registrato una fortissima attenzione dei navigatori con picchi nel volume delle ricerche provenienti oltre che dalla regione interessata anche dagli Stati Uniti e dall’Europa. Nell’archivio storico di Google sulle ricerche legate al terremoto, il sisma in Nepal è secondo solo al terremoto in Giappone del 2011 che a sua volta è classificato tra gli eventi sismici di più elevata intensità mai registrati. Il terremoto in Nepal ha anche trainato le ricerche correlate tra le quali ovviamente la parola ‘terremoto’, ma anche Nepal, Molte Everest e Kathmandu (città capitale del Nepal).

L’acqua su Marte ed il dieselgate

Come è chiaramente emerso anche durante la recente Cop21 di Parigi, riscaldamento globale, innalzamento del livello dei mari e cambiamenti climatici definiscono un quadro piuttosto preoccupate per la salute della Terra. Sarà forse anche per questo che nel 2015 si sono nuovamente moltiplicate le attenzioni attorno a Marte. In realtà nel ritrovato interesse verso il pianeta rosso concorrono sicuramente i rinnovati programmi delle agenzie spaziali che indicano proprio in Marte l’obiettivo di una nuova generazione di missioni con equipaggio umano. Se però si volesse indicare l’elemento che più ha amplificato l’interesse verso Marte durante il 2015 allora bisognerebbe guardare ad una notizia giunta in Settembre. Proprio durante il primo mese autunnale la NASA ha infatti presentato alcuni dati che mostrano la probabile presenza di acqua allo stato liquido sulle superficie marziana.

Per gli addetti ai lavori una vera e propria svolta epocale che potrebbe rendere molto più realistico il sogno dello sbarco su Marte ed accorciare di molti anni i lavori di preparazione. Ma i dati del Google Zeitgeist 2015 mostrano chiaramente come la notizia abbia attratto un pubblico molto più vasto con una forte impennata delle ricerche proprio tra settembre e ed ottobre. Un fenomeno davvero notevole nei numeri che ha visto Marte sfiorare per numero di ricerche addirittura quelle riferite alla Terra. Ma cosa chiedono a Google gli internauti in cerca di informazioni sul pianeta rosso? La scoperta di acqua in forma liquida ha indirizzato molte delle ricerche effettuate su Google ma a prevalere in termini assoluti restano le domande sulla suggestiva ipotesi di vita extraterrestre.

Tornando invece a questioni più concrete, tra gli elementi caratterizzanti del Google Zeitgeist 2015 rientra anche il dieselgate, la complessa vicenda sull’omologazione dei motori diesel del gruppo Volkswagen negli Stati Uniti prima ed in Europa poi. La notizia ha avuto una vasta copertura mediatica che si è trasferita anche sui motori di ricerca. A livello globale la domanda più frequentemente inserita dagli utenti in Google riguarda la proprietà di Volkswagen seguita dagli aspetti tecnici della vicenda ed ovviamente dalla ricerche di informazioni sui modelli coinvolti. Proprio l’elenco delle vetture coinvolte nel dieselgate emerge come principale richiesta degli utenti anche in Germania e Regno Unito. La sfaccettata vicenda, che peraltro è ancora in evoluzione, ha generato numerose ricerche collegate sia sul tema dei motori diesel sia più in generale sui problemi delle emissioni in atmosfera.

Altri temi ambientali nel Google Zeitgeist

Al centro del dibattito mondiale e molto sentito dall’opinione pubblica è stato anche il tema dei migranti verso l’Europa. Un fenomeno che non ha molti precedenti in epoca recente e che in alcuni aspetti resta legato anche agli squilibri economici ed energetici del mondo.

La morte del leone Cecil in Zimbabwe ucciso da un turista ha generato una forte indignazione in tutto il mondo fedelmente ripresa anche nelle ricerche degli utenti su Google. Molti utenti hanno sentito la necessità di informarsi sui fatti accaduti, sulla vita di Cecil e più in generale sul tema della caccia. Se le ricerche legate alla caccia al leone hanno avuto un picco proprio nei giorni in cui ha acquisito risonanza la notizia su Cecil, altri temi affini come la caccia alla volpe o la caccia alle foche hanno avuto un andamento molto più regolare durante l’anno.

Ampliando un po’ l’orizzonte è la scomparsa di Pino Daniele il tema che ha raccolto più ricerche in Italia. Da segnalare anche il tema dell’Expo di Milano come primo trend tra chi ha usato Google per cercare biglietti ed i dubbi sulle olive in salamoia nella sezione ‘come fare’. Per approfondire segnaliamo che il Google Zeitgeist 2015 è disponibile a questo indirizzo.

Photo Credits | Google

Commenti (2)

  1. My brother recommended I might like this website. He was entirely right.

    This post truly made my day. You cann’t imagine simply how much time I had spent for this info!
    Thanks!

    Feel free to surf to my web blog; ig

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>