Formia all’avanguardia nella bio-architettura. Inaugurata a Penitro la “casa ecologica”

di Redazione 3

Formia sposa la bio-architettura ed inaugura la “casa ecologica” di Penitro, piccola frazione del comune. Il complesso abitativo, inaugurato il 7 giugno, è stato costruito secondo criteri di sostenibilità e in linea con i principi della bio-architettura e rappresenta una tappa importante nella realizzazione di strutture in armonia con l’ambiente. Il progetto è stato realizzato dal Consorzio Coop casa Service con la collaborazione della cooperativa di produzione e lavoro Edilcoop Sud Pontino.

La scommessa del team di professionisti che ha curato il lavoro è stata quella di conciliare, in modo razionale, le risorse dell’architettura con il contesto ambientale, al fine di migliorare la qualità della vita. La casa ecologica di Penitro è un complesso residenziale di 38 alloggi costruito nel rispetto dell’ambiente, con materiali atossici, riciclabili per oltre il 95 per cento e certificati dall’ INBAR ( Istituto Nazionale di Bio-architettura).


La priorità del progetto è sicuramente il risparmio energetico che supera il 50 per cento e che viene ottenuto mediante l’utilizzo di sistemi ad alto rendimento e a basso consumo per il riscaldamento, l’illuminazione artificiale e le apparecchiature elettriche. Per il riscaldamento, a bassa temperatura, sono state installate caldaie a condensazione con pannelli radianti a pavimento. Presenti, anche, dei pannelli solari, circa 20mq ad edificio, per incrementare il riscaldamento e produrre l’80 per cento dell’acqua calda sanitaria. L’uso di appositi dispositivi, come le rubinetterie frangigetto e serbatoi di recupero dell’acqua, consentono un risparmio idrico di circa il 30 per cento.

Tutti gli alloggi sono, inoltre, ben isolati per far fronte all’inquinamento acustico sia tra i diversi edifici che tra i diversi piani. Introdotto, infatti, negli edifici in linea, un materassino antirumore tra un piano e l’altro. Ridotto anche l’inquinamento elettromagnetico attraverso l’installazione di impianti e dispositivi specifici che determinano l’abbattimento dei campi magnetici. L’attenzione all’ambiente si rispecchia anche all’esterno della casa ecologica dove sono presenti percorsi pedonali privi di barriere architettoniche, una ridotta pavimentazione a vantaggio del verde e apparecchiature per l’illuminazione in grado di ridurre l’inquinamento luminoso.

L’Instituto INBAR ha consegnato a Luigi Di Fazio, presidente di Edilcoop Sub Pontino, un attestato di certificazione ed una targa di riconoscimento che è stata posizionata all’ingresso del complesso residenziale.

Commenti (3)

  1. Sono Formiano e sono contento che sia stato scritto un articolo su questa cosa positiva creata nella mia città su un blog di livello nazionale…

  2. Noi cerchiamo di dare risalto a tutte quelle realtà, a volte lasciate nell’ombra, che si distinguono per iniziative in armonia con l’ambiente. La salvaguardia del pianeta ci sta molto a cuore e vogliamo diffondere nei lettori quel senso di protezione verso di esso che è necessario per un futuro migliore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.