Lavori nella natura anticrisi, dalle farfalle all’orto sul tetto “nuovi” mestieri ritornano

di Paola P. 1

Lavorare a contatto con la natura, nei campi o comunque immersi nel verde, alle prese con tutto ciò che è bio: per la serie il lavoro bisogna inventarlo e reinventarlo, specie in tempi di crisi, segnali positivi arrivano grazie all’ingegno ed alla riscoperta della manualità, un ritorno ai mestieri che fa registrare non poche esperienze positive. Una strada virtuosa che ripaga quella raccontata il 7 luglio scorso dalla Coldiretti al salone “I valori della nuova manualità”, nell’ambito dell’Assemblea Nazionale dell’associazione. Imprenditori di successo che di km zero, prodotti biologici, essenze naturali ed orti sul tetto hanno fatto una professione.

C’è chi, come Donatella Di Cola (Frosinone), alleva farfalle in modo naturale per il butterfly wedding: far volare, durante le cerimonie, questi stupendi insetti. C’è chi, come Terenzio Boscolo e Loredana Brunello (Rovigo), ottiene dalle piume degli struzzi ventagli per gli spettacoli di burlesque, dipinti a mano.
E poi c’è chi, come Gabriella e Nicola Pagotto, realizza un agriturismo da un vecchio fienile, Casa Picchiata a Pienza, ed offre trattamenti di bellezza rigorosamente naturali. Fiore all’occhiello della struttura è la realizzazione di un prodotto rigenerante per il corpo a base di argilla senese ed olio extravergine di oliva a km zero.

Vittorio Sangiorgio di Salerno si è dato invece al verde tecnologico e crea tetti verdi con rosmarino, salvia, basilico e prezzemolo. Una copertura che migliora l’estetica dell’edificio, l’efficienza energetica e protegge dall’inquinamento acustico e dalle onde elettromagnetiche dei cellulari. Senza contare un migliore deflusso delle acque piovane che limita l’allagamento delle strade.
Leonardo Di Vincenzo ha creato la prima birra del borgo 100% italiana, a Borgorose, in provincia di Rieti. Stefano e Tiziana Ghedina di Cortina hanno trasformato una fonte di spesa in una voce di guadagno. Allevatori di pecore, ora realizzano anche capi di lana e riforniscono le boutique della zona.

Tutti esempi di progetti vincenti che puntano sulla valorizzazione delle risorse naturali per creare nuova ricchezza ed occupazione:

Si tratta di brillanti idee innovative che fanno ritorno all’economia reale offrendo non solo soddisfazioni per chi le mette in pratica ma creando anche ulteriore forza lavoro e rappresentando una nuova fonte di reddito, spiegano dall’associazione.

[Fonte: Coldiretti]

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.