Samsung e Toshiba nuovi leaders nella Greener Electronics Guide

di Redazione 1

Nella classifica verde delle multinazionali dell’elettronica, stilata da Greenpeace, Samsung e Toshiba occupano i primi posti, a pari merito.
Nokia ha subito invece delle penalizzazioni che ne hanno provocato la discesa dalle vette delle più ecologiche, Nintendo rimane nelle posizioni più basse, mentre Microsoft e Philips migliorano le loro posizioni, continuando la scalata.

La Greener Electronics Guide è un modo per mettere l’industria elettronica faccia a faccia con il problema dei rifiuti tecnologici. L’intento è far sì che i produttori si sbarazzino delle sostanze chimiche pericolose, impiegate per i loro prodotti, che finiscono in montagne di ammassi di rottami, in cui scavano i bambini poveri senza alcuna protezione. (dei rifiuti tecnologici abbiamo già parlato)


La guida ha stilato la classifica dei leaders nel mercato della telefonia mobile, dei computers, e dei videogiochi, che effettuano politiche per il ritiro delle sostanze tossiche dai loro prodotti. La prima guida fu stilata nell’agosto del 2006, ora si è già alla quarta edizione.

La classifica è cambiata nel corso degli anni, sviluppando una sana competizione fra le varie aziende per accappararsi i primi posti e farsi così anche una buona pubblicità.
Ai primi posti abbiamo detto che si trovano Samsung e Toshiba, seguiti da Sony, Dell, Lenovo. Apple continua a guadagnare posizioni, grazie soprattutto ai nuovi Macbook air, con meno sostanze chimiche tossiche.
Nintendo è l’unica fra le 17 presenti in classifica a non avere sviluppata alcuna politica in materia di rifiuti tossici.

Tra i parametri da rispettare per rientrare nella classifica dell’elettronica verde c’è l’efficienza dei prodotti, lo sfruttamento di energie rinnovabili, la riduzione di emissioni.
E’ un nuovo passo per incoraggiare anche l’industria elettronica verso il rispetto dell’ambiente.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.