Incentivi fotovoltaico 2011, come calcolare il conto energia

di Valentina Ierrobino Commenta

Sono passati alcuni anni dal primo conto energia (2005-2007) messo in atto nel nostro Paese e, tra contraddizioni e riduzioni, incentivi e sgravi fiscali, si è giunti al Quarto Conto Energia con le idee non molto chiare. Per questo cercheremo di capire assieme cos’è, come funziona e come si calcola il Conto Energia per l’installazione di impianti fotovoltaici ad uso domestico.

Il Conto Energia non è altro che

Il nome comune assunto dal programma europeo di incentivazione in conto esercizio della produzione di elettricità da fonte solare mediante impianti fotovoltaici permanentemente connessi alla rete elettrica.

La definizione su Wikipedia si può ulteriormente semplificare: l’installazione di pannelli fotovoltaici sul tetto della nostra abitazione viene sostenuta da incentivi statali che vengono quantificati con la produzione di energia elettrica prodotta dall’impianto stesso. Gli incentivi sono calcolati dall’ente Gestore dei Servizi Energetici (GSE) che paga l’energia prodotta secondo tariffe annuali stabilite. Il possessore dell’impianto potrà in tal modo vendere la sua energia all’Enel e non pagherà più le bollette. Le bollette non verranno pagate perché la potenza dell’impianto coprirà i costi dell’energia erogata dall’Enel. Mi spiego meglio: l’energia pulita prodotta dall’impianto viene venduta tutta al GSE e non viene utilizzata per i consumi energetici della propria abitazione, per far questo sarebbero necessarie enormi batterie per accumulare l’energia, ma la produzione di energia da fonti rinnovabili costante e continua, supererà di gran lunga i consumi domestici e il guadagno sarà assicurato.

Se le tariffe degli incentivi fotovoltaici hanno subito un ribasso complessivo del 18% circa nell’anno in corso, l’installazione di un impianto fotovoltaico rimane sempre un affare per l’ambiente e per il futuro energetico del nostro Paese e dell’Europa. Se dal canto suo Enel Green Power ha inaugurato tre nuovi impianti in Molise, Piemonte e Sicilia, per la produzione di 14 MW; cresce anche nell’ambiente domestico la voglia di fare qualcosa per il Pianeta.

[Fonti: Wikipedia; Incentivi Fotovoltaico]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>