Fotovoltaico in Italia: arrivano i nuovi decreti per l’incentivazione

di Redazione Commenta

Dopo una lunga attesa, è stato approvato il Decreto che introduce novità importanti legate all’incentivazione dell’energia elettrica prodotta dagli impianti fotovoltaici.

Dopo la drastica riduzione degli incentivi degli scorsi anni, il provvedimento a firma congiunta dei Ministri Di Maio e Costa, titolari del Ministero dello Sviluppo Economico e Ministero dell’Ambiente, introduce novità interessanti per chi vuole installare impianti a fonte solare.

Grazie a questo nuovo Decreto FER, la produzione di energia attraverso il fotovoltaico sarà ancora più conveniente, e darà un forte impulso al settore delle rinnovabili, anche in termini occupazionali.

Uno dei nodi principali del provvedimento è il premio riconosciuto agli impianti che fanno autoconsumo e che hanno una potenza fino a 100 kW.

Questo significa che i maggiori benefici del Decreto saranno ad appannaggio di privati e aziende che intendono installare piccoli impianti fotovoltaici, nelle proprie abitazioni o aziende, con la finalità di produrre energia pulita in modalità autoconsumo.

Di conseguenza, installare un impianto fotovoltaico casa diventa oggi un’operazione ancora più vantaggiosa, e in grado di superare gli elevati costi iniziali dell’investimento.

Grazie ad aziende specializzate come E.ON, è possibile ricevere un pacchetto chiavi in mano per l’installazione di un impianto fotovoltaico, con tecnici specializzati che seguiranno dalla fase di progettazione fino alla messa in opera dell’impianto, eseguendo sopralluoghi, pratiche e garantendo una completa assistenza per ogni genere di esigenza.

Il nuovo Decreto prevede, inoltre, per gli impianti con potenza inferiore ai 100 kW installati su edifici, un premio di autoconsumo pari a 10€/MWh, sulla quota di produzione netta auto consumata direttamente in sito, mentre per chi installa pannelli in sostituzione di coperture in amianto, il premio sarà di 12€ MWh.

L’incentivazione è prevista fino al raggiungimento della soglia di 8000 MW su tutto il territorio italiano, cifra che garantirebbe l’incremento di 12 miliardi di kWh di energia prodotta da fonti rinnovabili.

Il Decreto prevede un’incentivazione anche per impianti che sono realizzati su aree di discarica in post gestione, su Siti di interesse Nazionale ai fini della bonifica, ma anche per impianti di dimensioni inferiori realizzati su ospedali, scuole e altri edifici pubblici dove vi è la sostituzione di coperture realizzate in eternit.

Non solo fotovoltaico nel nuovo Decreto FER, ma sono incentivati anche gli impianti idroelettrici, quelli alimentati a gas residuati dai processi di depurazione e quelli che sono connessi in parallelo con le colonnine di ricarica per veicoli elettrici.

Il nuovo Decreto doveva essere originariamente approvato lo scorso novembre 2018, ma dopo una lunga gestazione e a una correzione conseguente la validazione da parte dell’Unione Europea, deve essere ora approvato sulla Gazzetta Ufficiale per diventare effettivamente operativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.