Fruttarismo:uno stile di vita in armonia con l’ambiente. Impariamo a conoscerlo.

di Redazione 5

Nella società dei fast food dei take away e del mangiare fuori casa c’è ancora chi riesce a restarne fuori scegliendo di mangiare solamente frutta rigorosamente cruda. Sono i cosiddetti fruttariani la cui dieta consiste esclusivamente in frutta cruda e semi. Secondo l’ideologia del fruttarismo, l’uomo deve compiere un viaggio a ritroso nel tempo e tornare all’alimentazione delle origini composta di sola frutta.

La frutta è, quindi, per i fruttariani, un alimento completo in grado di nutrire l’organismo in modo equilibrato. Essa, inoltre è considerata un cibo sensuale e magico in grado di deliziare i sensi con il suo gusto, il suo odore e i suoi colori. Lo stile di vita fruttariano esclude il consumo dei cibi cotti considerati non salutari per l’uomo e nocivi per l’ambiente, causa di squilibri nutrizionali e di malattie, degli sbalzi d’umore e della perdita di bellezza e vitalità.


Bisogna stare attenti a non confondere fruttarismo con fruttivorismo. Il termine “fruttivorismo” indica un generico “mangiar frutta”; pertanto “fruttivoro” è “chi mangia frutta”, quindi tutti coloro che mangiano frutta in qualsiasi tipo di dieta possono definirsi fruttivori. I fruttariani, sono invece coloro che tra i fruttivori hanno scelto la frutta come loro unico alimento. Ma una dieta a base di frutta comporta dei rischi. I nutrizionisti, infatti, la considerano una dieta sbilanciata carente di calcio, zinco, ferro, fosforo, magnesio, niacina, vitamina B2 e vitamina B12.

Mangiare solo frutta può far male in quanto essa contiene zuccheri semplici che se assunti in grandi quantità possono scatenare un diabete latente (lo zucchero della frutta infatti – il fruttosio – è un disaccaride). È bene sottolineare, quindi, l’importanza di una dieta varia ed equilibrata che comprenda tutti i principi nutritivi: proteine, grassi, carboidrati, vitamine, sali minerali. Consigliata la nostra dieta mediterranea ricca di prodotti ortofrutticoli di stagione, carboidrati, pesce e legumi, senza eccedere con carni e formaggi, grassi e zuccheri semplici,il tutto accompagnato da una piacevole e utilissima attività fisica.

Commenti (5)

  1. Scoperto in Italia un caso di caseopiteco sapiens, o ominide la cui dieta è a base di latte e suoi derivati. E’ uno strano ominide di circa 178 cm. di altezza, pesa 85 kili e vive in abitazioni semoplici: appartamento di c/ca 70 mq in brescia…
    Sono io! è solo dal 1958 che la mia dieta è quasi esclusivamente a base di latte. A sei mesi mi sono staccato dalla tetta della mamma per attaccarmi alla bottiglia del latte di vacca (e che nessuno dica quella vacca di tua madre…) Latte dipendente? Forse dovrei unirmi a Lattedipendenti Anonimi?
    Non credo, sebbene la sceinza non abbia nei suoi tomi alcun trattato in merito alle dipendenze del latte. Qualcuno ha affermato che chi continua ad alimentarsi con solo latte, non sviluppi il corpo e il cervello e diventi adulto, maggiorenne e capace di astrazioni e ragionamento. Sarà vero? Boh! So solo che sto benissimo. Come sempre chi opera delle scelte in una direzione o l’altra viene visto “strano”, e le conseguenze per la sua salute devono per forza essere devastanti (quasi da camicia di forza). Penso che ogni cosa debba essere graduale e non drastica, passare da una alimentazione ad un’altra debba essere graduale lasciando al corpo e al suo metabolismo il tempo di abituarsi alla nuova situazione. L’evoluzione umana non è ancora terminata, grazie a…boh, lui no perchè ha fatto appelloso (un vecchio detto di F.Salvi) ed è in continua metamorfosi visti gli inquinanti di tutto. Stando ai nutrizionisti più illuminati anche la carne ai ferri (e non all’uncinetto) è altamente cancerosa! mai sentita cazzata più grande, ma è stata detta nel ’90. Che invidiassero le grigliate all’aperto? Può darsi. Mangiate, gente, mangiate che è l’unico carburante in grado di tenere il motore acceso. Cibo è cibo….

  2. Paola non voglio deridere il tuo lavoro, voglio sdrammatizzare una cosa che gli alimentazionisti vogliono “condannare”, senza tener presente che il corpo umano si adatta alle situazioni più estreme se lo si lascia abituare nei suoi ritmi. L’alimentazione mediterranea è copiata nel mondo, ma non è la sola e universale….

  3. i fruttariani non mangiano affatto semi (proteici al massimo) ma solo frutta

  4. Tutte puttanate in questo articolo. Sperimentate invece che dare aria alla bocca.

  5. Poveri gorilla che mangiano solo frutta!
    Con una dieta così sbilanciata come faranno ad integrare
    “calcio, zinco, ferro, fosforo, magnesio, niacina, vitamina B2 e vitamina B12?”
    Poi, a guardarli bene si vede che i gorilla soffrono nel mangiare solo frutta, sono pallidi, emaciati, gracilini e secchetti.
    Propongo una campagna di sostegno in loro aiuto, magari apriamo un market nella giungla ed offriamo loro “prodotti ortofrutticoli di stagione, carboidrati, pesce e legumi, senza eccedere con carni e formaggi, grassi e zuccheri semplici, il tutto accompagnato da una piacevole ed utilissima attività fisica”

    Questo è l’articolo più ridicolo e pubblicizzato che io abbia mai visto.
    Vergognatevi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.