La Groenlandia si scioglie. E rapidamente

di Angela Gennaro Commenta

La Groenlandia sempre più in pericolo. I suoi bianchissimi ghiacci si assottigliano, e lo fanno sempre più rapidamente. Più di quanto si immaginasse, e ad una velocità sempre più elevata che di anno in anno aumenta anziché arrestarsi. Non è certamente una bella notizia quella che emerge da uno studio della Utrecht University e pubblicata sulla rivista Science.

Lo studio coinvolge un arco di tempo che va dal 2000 all’anno scorso, il 2008. I ricercatori hanno osservato che scioglimento dei ghiacci in Groenlandia ha provocato un innalzamento del livello dei mari pari a quasi 0,46 millimetri ogni 12 mesi. E si sono perse 273 miliardi di tonnellate di ghiaccio. La situazione è precipitata in particolar modo dal 2006 in avanti, con un aumento medio di 0,75 millimetri in un solo anno.

Questo il passato. Il futuro è anche meno roseo. Come spiega Michiel van den Broeke, a capo dei ricercatori che hanno condotto l’analisi,

L’aumento della velocità con cui si riduce la massa ghiacciata è quindi più che evidente

Certo, i Nostri spiegano che, negli ultimi tre anni, si sono avute delle stagioni estive particolarmente calde (ce ne siamo accorti tutti). Caldo che ha naturalmente accelerato il processo di erosione dei ghiacci in Groenlandia.

Roger Barry, direttore del World Data Center for Glaciology, spiega ancora che, nel tentare di prevedere il futuro in base a quanto emerco dalla ricerca della Utrecht University, si andrebbe a livelli assai diversi dalle previsioni fatte dall’Intergovernmental Panel on Climate Change due anni fa. Previsioni che hanno visto un aumento del livello dei mari di 28-43 centimetri fino al 2100.

Nulla è certo, ripete van den Broeke, nel prevedere il trend e nel quantificarlo. E’ invece assai fondato dire che il trend è questo e non si invertirà: il clima continuerà a surriscaldarsi. Scenari da 2012 fine del mondo? Forse, chissà. Quel che è certo è che sono scenari su cui interrogarsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.