Scioglimento ghiacci, record nel 2010 e 2011 in Groenlandia

di Marco Mancini 1

I ghiacciai della Groenlandia sono un po’ come il termometro della Terra: la loro perdita significa che fa troppo caldo. E’ esattamente per questo che scoprire che gli anni 2010 e 2011 hanno fatto registrare perdite record di massa ghiacciata è un fattore molto preoccupante. A rivelarlo è stato il ricercatore Edward Hanna, specialista nelle ricerche artiche.

I nostri risultati sul campo sono un indizio chiave dei rapidi cambiamenti in corso osservati nei pressi della Groenlandia, che sono evidenti non solo su questo ghiacciaio, ma anche su molti piccoli ghiacciai circostanti. E’ chiaro che questo ambiente ora stia cambiando molto in termini di consumo di massa, in risposta ai cambiamenti climatici in corso

ha spiegato lo scienziato. Il calcolo viene effettuato con la differenza tra la neve e il ghiaccio che si accumulano in un dato momento, e quanto se ne fonde e sublima (cioè quando un solido si trasforma in gas). E’ attualmente il modo più preciso, riconosciuto a livello internazionale, per misurare gli effetti del clima su un ghiacciaio.

La perdita di massa è misurata conficcando un palo nel ghiacciaio nel mese di agosto, in modo da misurare la fusione dell’acqua. Il ghiacciaio su cui è stata effettuata la rilevazione è anche quello più studiato della Groenlandia, il Mittivakkat, il quale ha fatto registrare due perdite record nelle ultime due stagioni, rispettivamente di 2,16 metri d’acqua, o il 2% del volume totale, e di 2,45 metri.

I ricercatori non hanno direttamente determinato la causa della perdita, ma la maggior parte è d’accordo nel credere che la fusione sia da attribuire alle temperature superficiali superiori, causate dai cambiamenti climatici. La conseguenza di tutto ciò è che l”acqua persa dai ghiacciai finisce in mare, innalzandone il livello. Ma questo particolare ghiacciaio purtroppo non è l’unico a registrare dati allarmanti. Altri ghiacciai in Groenlandia mostrano situazioni simili, tanto che i ricercatori stimano che siano in centinaia che si stanno ritirando in tutta la regione.

Il ritiro di questi piccoli ghiacciai rende anche la vicina calotta glaciale della Groenlandia più vulnerabile al riscaldamento estivo

ha concluso Hanna.

[Fonte: Livescience]

Commenti (1)

  1. Hey there! This post couldn’t be written any better! Reading through this post reminds me of my previous room mate! He always kept talking about this. I will forward this write-up to him. Pretty sure he will have a good read. Many thanks for sharing!

    http://engatirunelveli.com/cat/hospitals/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.