Zanzare geneticamente modificate contro malattia tropicale

di Valentina Ierrobino Commenta

antizanzare rimedi

Il Brasile sta avviando una produzione massiccia, circa 4 milioni di esemplari maschi a settimana, di zanzare geneticamente modificate per combattere una delle malattie tropicali più gravi e mortali, la dengue. Scopriamo come agiscono le cosiddette zanzare killer e quali sono i veri responsabili del contagio nell’uomo.

Se nel nostro Paese si cercano rimedi più o meno naturali per combattere il proliferare delle zanzare, in Brasile si creano in laboratorio i fastidiosi insetti per combattere la dengue, una malattia tropicale cheogni anno miete centinaia di vittime tra la popolazione. Le zanzare geneticamente modificate saranno in grado di uccidere le zanzare responsabili della trasmissione del virus all’uomo, le zanzare Aedes aegypti. La produzione delle zanzare killer, come sono state ribattezzate le zanzare geneticamente modificate, comincerà nella Bahia a Juazeiro, dove è stato realizzato il centro per la ricerca genetica più grande del mondo e che è stato inaugurato in questi giorni proprio per dar vita agli esperimenti. Si stima che nell’arco di quattro mesi il centro potrà produrre circa 4 milioni di zanzare maschi a settimana. Il compito delle zanzare killer sarà quello di infettare le zanzare Aedes aegypti al momento della riproduzione e causare quindi la morte delle larve deposte dagli insetti infettati. Questo dovrebbe abbattere il numero delle nascite e salvaguardare parte della popolazione del contagio, e dalla morte per dengue.

Il virus della dengue viene trasmesso all’uomo dalla zanzara Aedes aegypti, un insetto che abita nelle foreste tropicali e si riproduce in pozze d’acqua. La zanzara colpisce sopratutto di giorno, come le zanzare tigre, ma la sua puntura è molto più pericolosa per l’uomo. La trasmissione del virus che provoca la malattia febbrile è tra le più gravi forme di contagio. La dengue è difatti la malattia tropicale tra le più importante per morbilità e mortalità, al momento non esistono trattamenti specifici, ma solo terapie di supporto. Per questo la prevenzione e l’eliminazione delle zanzare sono gli unici strumenti per evitare il contagio.

[Fonte: Ansa]

[Photo Credit | Thinkstock]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.