Bicicletta di cartone realizzata con meno di 10 euro

di Marco Mancini 1

La prossima volta che acquistate un prodotto molto grande che è contenuto in un involucro di cartone, non gettate tutto questo preziosissimo materiale. Potreste riciclarlo in tantissimi modi, tra cui anche uno piuttosto originale. Ci ha pensato Izhar Gafni, un ragazzo israeliano che ci ha costruito una bicicletta. Una bicicletta vera, non un soprammobile da tenere lì per bellezza come opera d’arte.

Izhar ha acquistato un quantitativo di cartone, c’è chi dice di 9 dollari, chi di qualche dollaro in più, ma la sostanza non cambia. L’ha ritagliato e assemblato per fargli prendere la forma di una bicicletta, ed ora si sposta in sella ad essa. La realizzazione dopotutto non è stata molto complicata. E’ bastato dare la forma ad ogni componente e fortificarla con strati doppi di cartone ed ecco che non solo è in grado di sostenere il peso di un uomo adulto, ma non si sfalda nemmeno sotto la pioggia.

Per evitare che le pozzanghere possano rovinarla, il giovane inventore ha cosparso tutte le parti esterne di una resina resistente all’acqua, e dopodiché ha verniciato tutto il mezzo. Soltanto gli pneumatici intorno alle ruote non sono di cartone ma di gomma (ovviamente riciclata), ma questa scelta è stata obbligata visto che altrimenti l’asfalto le avrebbe distrutte in fretta.

Secondo Izhar questa idea non serve solo a noi Occidentali per imparare a riciclare uno dei materiali più sprecati in assoluto, ma potrebbe tornare utile anche nei Paesi del Terzo Mondo, dove la gente è costretta a spostarsi a piedi a causa della povertà, perché un prezzo così basso (la versione per bambini costa solo 5 dollari) se lo possono permettere un po’ ovunque. Continuando con questa politica infatti, secondo l’israeliano è possibile anche realizzare altri mezzi come le canoe.

La più grande sfida del progetto Bicletta di Cartone è stata imparare e sviluppare un nuovo know-how sul cartone. La sfida era di prendere del materiale di cartone e farlo passare attraverso una serie di trattamenti, sostituendo le materie prime di plastica, legno o metallo. Niente è impossibile se si ha pazienza e si insiste

ha dichiarato l’inventore.

[Fonte e foto: Dailymail]

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.