Espiritu libre, gli accessori evergreen dell’ecomoda

di Paola P. 3

Qualche settimana fa vi avevamo parlato dell’importanza del riciclaggio come modus vivendi necessario per ridare lustro e vita a migliaia di oggetti, carte e bottiglie non più utilizzabili per l’uso primario per cui vengono concepiti, ma ancora utili per servire altri scopi.
La fantasia, a questo proposito, unita a una buona dose di estro creativo, risulta fondamentale per individuare le nuove vite nascoste in un rifiuto o in un rottame.

Gli artisti possono vedere un pezzo d’arte nella ruota di una bici coperta di ruggine, le massaie ingegnarsi a scovare nuovi impieghi per una bottiglia di vetro vuota e così via.
Il concetto alla base del riciclaggio è lo stesso: ridare nuova vita. Ebbene, come si comportano le case di moda e gli stilisti riguardo al problema del riutilizzo e dell’ecocompatibilità dei loro capi ed accessori?

Abbiamo visto sorgere numerosi capi d’abbigliamento ecofriendly, come la biancheria intima per citarne soltanto uno.
Ora è il turno della linea di accessori Espiritu libre, una vasta gamma di borse, pochette, portafogli, cornici, infradito, realizzati a mano e composti da carte di caramelle, snack e rifiuti cartacei di vario tipo, forma, colore e genere. Il risultato? A giudicare dalla foto, colorato e vivace, sicuramente originale ed in linea con le ultime tendenze che mettono al centro dell’attenzione proprio il rispetto ambientale.

L’ecologia fa moda e speriamo soltanto non si tratti di una tendenza passeggera, bensì di un evergreen nel campo degli accessori.
La collezione di Espiritu libre basata sulle cartacce di caramelle e biscotti è firmata, non a caso, Ecocandy.
I nuovi coloratissimi ecoaccessori lanciati sul mercato della moda sono realizzati alla base da un materiale impermeabile e molto resistente, il propilene.

Borse e pochette ecocompatibili hanno il loro luogo di origine nelle foreste centroamericane, realizzati dagli indigeni che raccolgono le carte gettate via dai turisti per realizzare questi economici ed ecologici oggetti.
I costi partono dai 26 euro, un prezzo neanche troppo alto se si considera che ogni accessorio è un pezzo unico.
Per ulteriori informazioni e per contatti visitate il sito www.espiritulibre.it.

[via | ELLE]

Commenti (3)

  1. Anche a Rimini è arrivata questa nuova tendenza del riciclo. Grazie all’università di moda e al corso di semiotica che sto frequentando ho avuto l’occasione di ri-apprezzare e riadattare i materiali di riuso trasformandoli nell’arredamento, nell’allestimento, nell’abbigliamento all’interno del workshop che abbiamo allestito a Rimini presso il centro commerciale I Malatesta. Questo progetto sarà inaugurato il mercoledì 31 marzo, vi aspettiamo numerosi 🙂
    http://www.reedo.org
    oppure contattateci su facebook o twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.