Legambiente: incentivi del governo pericolosi per sicurezza case

di Redazione 3

Il decreto legge incentivi approvato nei  giorni scorsi dal Consiglio dei Ministri non convince affatto Legambiente, che accusa il governo di mettere a repentaglio la sicurezza delle case e dei cittadini, incidendo negativamente ed ulteriormente sulla già disastrata situazione edilizia italiana.

Eppure, nel dl sono presenti sconti per chi acquisti nuovi immobili ad alta efficienza energetica. Cosa c’è dunque che non va? Ebbene, stando al parere dell’associazione ambientalista, gli edifici nuovi che soddisfano i requisiti di alta efficienza energetica sono pochissimi in Italia. Inoltre, gli incentivi per l’eco-edilizia sarebbero  alquanto irrisori:

A fronte di un dl incentivi assolutamente minimale nei confronti di energia ed eco-edilizia, assistiamo ad una scelta incomprensibile da parte del Governo che rischia di mettere in pericolo il parco edilizio italiano, già di per sè esposto a gravi problemi statici e sismici.

E quando si nomina il sisma non si può che prestare molta attenzione alle obiezioni sollevate da Legambiente, soprattutto dopo gli eventi che hanno tragicamente scosso l’Aquila lo scorso anno. In che modo l’incolumità di noi cittadini sarebbe messa a rischio dal dl incentivi di recente approvazione? Ebbene, a quanto pare, a essere sotto accusa da parte di Legambiente, tra le altre cose, è la norma che prevede la possibilità di effettuare lavori di manutenzione straordinaria sulle case (che non riguardino parti strutturali degli edifici)  senza richiedere alcuna autorizzazione al Comune:

Questa indicazione avrà come unico effetto di incrementare il lavoro nero e aumentare i contenziosi condominiali. –  ha spiegato Edoardo Zanchini, responsabile energia e urbanistica di Legambiente – Ma non solo: chi abita in un palazzo, infatti, non potrà sapere nulla dei lavori che si stanno facendo al piano di sotto o nell’appartamento accanto, né avere alcuna certezza che veramente non si stiano toccando parti strutturali dell’edificio, visto che a garantire sarà semplicemente il proprietario di casa.

Come dargli torto? Ne vedremo sicuramente delle belle. Per Legambiente, sarebbe stato meglio se il governo avesse mantenuto al 55%  gli incentivi per il solare termico e l’efficienza energetica, in scadenza proprio quest’anno.

[Fonte: Ansa Ambiente]


Commenti (3)

  1. Se non faranno niente per il solare termico sarà veramente un peccato!

    1. vero 🙁

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.