Kick CO2 habit: le misure anti-co2 del programma Onu, semplici consigli per fare tutti qualcosa

di Paola P. 3

kick-co2-habit-le-misure-anti-co2-del-programma-onu-semplici-consigli-per-fare-tutti-qualcosa-foto.jpg

In occasione della Giornata Mondiale dedicata all’Ambiente, l’Onu ha divulgato un programma delle Nazioni unite per l’ambiente (Unep) contenente semplici misure anti-Co2 a prova di cittadino.
Un modo per scongiurare i tanti “non lo sapevamo“, “una goccia nel mare in fondo non conta“, ma per rendersi bensì consapevoli, ancora una volta, di quanto si può fare con dei piccolo gesti di risparmio energetico quotidiano.

Il Festival dell’energia di Lecce ha evidenziato, a tal proposito, la scarsa inclinazione degli italiani al sacrificio ambientale tramite un sondaggio che ha visto primeggiare come unica rinuncia condivisa la meno impegnativa: spegnere la luce quando si esce da una stanza.


E’ ovvio che non basta. Bisogna impegnarsi a fare di più. Ecco perchè il programma dell’Onu capita in un momento opportuno, un momento in cui bisogna svegliare la coscienza civica in ognuno di noi e fare tutto il possibile per salvare la Terra e salvarci dal disastro.

I consigli anti-Co2 riportati nel rapporto Kick Co2 habit spaziano in tutti gli ambiti della vita quotidiana, tra le pieghe delle cose più semplici e considerate scontate dai più.
Ma vediamo quali sono i piccoli grandi gesti per ridurre i consumi e di conseguenza le emissioni:

  • usare un orologio a molla anziche’ una sveglia elettrica fa risparmiare 48 grammi di Co2 al giorno
  • asciugare i vestiti al sole anziche’ nell’asciugabiancheria equivale ad un risparmio di 2,3 kg di Co2 per ogni carico
  • se tutti i passeggeri trasportassero valige che pesano meno di 20 kg e comprassero nei duty free all’arrivo anziche’ alla partenza, si eviterebbero 2 tonnellate di emissioni all’anno
  • usare spazzolini non elettrici farebbe risparmiare 48 grammi di Co2 al giorno
  • scaldare i panini nel tostapane anziche’ nel forno equivale a risparmiare 170 grammi di anidride carbonica ogni volta
  • prendere il treno, al posto della macchina ogni giorno per 8 km, porta ad un risparmio quotidiano di 1,7 kg Co2
  • ridurre la temperatura della casa in inverno di un paio di gradi si risparmia il 6% sulle bollette del gas
Sembrano misure abbastanza semplici da rispettare: ce la faremo? A questo proposito mi sorge una domanda: se le regole salvambiente diventassero come un semaforo rosso non sarebbe tutto più semplice?
Finchè rimarranno soltanto buoni consigli, buoni propositi, saranno in pochi a rispettare questi moniti.
Se, al contrario, ci privassero di prendere la macchina (vedi le targhe alterne, funzionano), di usare uno spazzolino elettrico proprio come ci privano di passare con il semaforo rosso, sarebbe tutto più semplice.
Certo, qualcuno obietterà che in tal modo si limiterebbe la libertà individuale, perchè se una persona vuole scaldarsi un panino nel forno è liberissimo di farlo, ma mi chiedo e vi chiedo: distruggere l’ambiente è forse meno importante che intasare il traffico?

Commenti (3)

  1. La Realta’ E’ Che Bisognerebbe Vivere Come Gli Animali! 😉

    Loro Non Consumano Corrente!

  2. Quoto totalmente, anche se utopico

  3. Andare sulla luna, volare, parlarsi a chilometri di distanza con un telefono non era forse considerato utopico centinaia di anni fa?
    😉
    Se l’uomo vuole può salvarsi, questo è certo… abbiamo realizzato cose più difficili di un piccolo gesto di risparmio energetico…
    La vera utopia è un’altra: che l’uomo inizi a comportarsi civilmente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>