La Lega ripropone la legge-vergogna sulla caccia, ancora peggiorata

di Redazione 5

Un paio di mesi fa la Lega Nord aveva timidamente proposto una legge di modifica della precedente che riguardava la caccia, la quale avrebbe fatto inorridire anche la persona più senza cuore del mondo. Questa era talmente indecente che anche dai banchi della maggioranza, gli alleati della stessa Lega, si alzarono i cori dei no, tanto che alla prima votazione questo disegno fu stracciato senza il minimo dubbio.

Poi ci fu un’infelice frase di Berlusconi, il quale ammise che la Lega avrebbe fatto cadere il Governo, se l’avesse voluto, e da allora Bossi e compagni si sono sbizzarriti nel proporre, una dietro l’altra, una serie di leggi vergognose che sapevano sarebbero dovute passare per forza, perché il Carroccio aveva il coltello dalla parte del manico. Tra le tante leggi da Terzo Mondo, c’è anche la riforma della caccia. Essa ripropone nuovamente l’abbassamento dell’età per cacciare a 16 anni, la possibilità di cacciare anche ad agosto ed anche gli animali in via d’estinzione, ma non solo.

Andiamo con ordine. Per poter crescere meglio una generazione di gente spietata, la Lega aveva proposto la possibilità di mettere in mano ad un sedicenne una doppietta. Non può portare una macchina, ma il minorenne ha la licenza di uccidere. Questo fu uno dei punti con più ostracismo, ma il sospetto è che tutti i suoi oppositori nel frattempo si siano dileguati. Per passare delle belle ferie, i leghisti volevano cacciare anche ad agosto. Peccato però che proprio in quel mese le campagne e i boschi si vadano affollando di persone in cerca di un po’ di ombra che li protegga dalla canicola. Peggio per loro, dicono dalla Lega, se si beccano una pallottola, è perché non erano liberi di andare in posti in cui si pratica la caccia.

Ma ancora, ci sarà la possibilità per i cacciatori di spostarsi liberamente in tutta Italia, anche lasciando il proprio territorio, finendo in posti che non conoscono, e quindi aumentando il rischio di incidenti; potranno cacciare anche dopo il tramonto, e se già durante il giorno il rischio di sparare qualche essere umano è alto, figuriamoci con il buio; saranno reintrodotti i cosiddetti “zimbelli“, cioè quelle civette, intrappolate e legate ad un albero a testa in giù, che si sgolano per essere liberate, ed in questo modo attirano altri animali che potranno essere cacciati. Ma la norma peggiore di tutte è che non si farà più differenza tra animali in via d’estinzione ed animali cacciabili. Diventano tutti prede, nonostante le invettive dell’Unione Europea che ci addita come unico Paese a non rispettare le norme sugli animali protetti. E così se già centinaia di specie che transitano sul suolo italiano rischiano di sparire, con questa norma che permette di cacciare anche nel periodo della procreazione, questi animali spariranno del tutto.

Manca solo l’approvazione del Parlamento, e visto il clima di terrore che si respira tra i suoi banchi, è probabile che questo disegno diventerà legge, e gli italiani un popolo di bracconieri.

Commenti (5)

  1. ritengo che questo intervento sia Off Topic e vada modificato.. questo blog riguarda l’Ecologia.. non la politica, non la legge, non il governo..

    “Tra le tante leggi da Terzo Mondo” la ritengo una frase offensiva, non sta a voi guidicare..

    e in più non vedo dove sia il problema.. guardate la california, si guida a 16 anni e non si bevono alcolici fino a 21.. e qua potrei dire, noi italiani possiamo bere a 16, ma siamo pazzi? con tutti gli effetti dannosi che l’alcool ha sul corpo umano..

    come anche dite.. gente spietata.. chi l’ha mai detto? avete mai parlato con qualche cacciatore per dire che è spietato? dimostrate quello che dite, non fate commenti gratuiti..

    inoltre credo che rendendo una cosa vietata la faccia diventare ancora più interessante perché nella mente umana il trasgredire alle regole genera piacere.

    “le campagne e i boschi si vadano affollando di persone in cerca di un po’ di ombra”… le campagne ed i boschi non sono riserve di caccia..

    non si farà più differenza tra animali in via d’estinzione ed animali cacciabili.
    questo è l’unico punto su cui posso darvi ragione

  2. Siete solo dei ridicoli…………..

  3. non credo sia offtopic, perché la caccia riguarda gli animali, e gli animali riguardano l’ecologia.
    In ogni modo, non sarò un cacciatore, ma penso che, a prescindere da quello che fanno in california che non ci riguarda, dare un fucile LEGALMENTE in mano ad un sedicenne sia veramente una cosa fuori di testa!
    E comunque le campagne e i boschi saranno riserve di caccia perché non ci sarà più nessuna differenza con la nuova legge. Se già oggi si consente di cacciare in zone vicine agli agriturismi (lo scorso anno sono morte alcune persone mentre mangiavano in un ristorante per una pallottola vagante), figuriamoci con quest’apertura a 360 gradi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.