Nucleare: uranio ce n’è in abbondanza, ma i dati sono contrastanti e la realtà non la conosce nessuno

di Paola P. 14

Mentre l’Italia si prepara per il più grande investimento nell’energia nucleare della sua storia, i proprietari delle miniere di uranio, la scorsa settimana hanno aumentato il rischio di penuria di carburante. A peggiorare le cose, l’affidabilità delle stime della quantità di uranio che può essere economicamente estratto è stata anche messa in discussione.

I prezzi troppo volatili del petrolio e del gas, con la minaccia del riscaldamento globale, hanno spinto i governi di tutto il mondo a riconsiderare l’energia nucleare, in parte perché si tratta di una tecnologia a bassa emissione di carbonio e in parte perché le forniture di uranio sembrano abbondanti. L’uranio estratto approvvigiona per circa il 60% della domanda mondiale di combustibile nucleare. Il resto proviene da fonti secondarie, comprese le scorte lasciate dagli anni 1970 e 1980, rielaborate e convertite delle vecchie testate nucleari russe durante il cosiddetto programma “da Megatons a Megawatt”.

Ma l’offerta non può essere sicura come prima si pensava. Il prezzo dell’uranio è precipitato da un picco di circa 130 dollari per libbra di ossido di uranio (286 dollari per chilogrammo) del 2007 a 45 dollari di oggi. Alcuni di questo cali sono dovuti al forte calo dei prezzi dei combustibili fossili e dall’incertezza che circonda l’industria.

Ad esempio, gli investitori non sanno quanti reattori più vecchi saranno smantellati, e quando questo succederà. Ci sono anche dubbi sulla fornitura di uranio secondaria. Per esempio, il programma di Megatons-Megawatt, che rappresenta il 10% della fornitura di energia elettrica degli Stati Uniti, si concluderà nel 2013 e non si sa se e che cosa lo sostituirà.

Questa incertezza ha soffocato gli investimenti in nuove miniere, e potrebbe portare a future carenze, dice Jean Nortier, chief executive di Uranium One, una compagnia mineraria e di esplorazione con sede a Vancouver, Canada.

I prezzi attuali sono troppo bassi per costituire l’incentivo necessario per far fronte a medio e lungo termine della domanda di uranio.

A queste vanno aggiunte le preoccupazioni che le risorse di uranio potrebbe essere stato sovrastimate. L’Agenzia internazionale dell’energia atomica e l’Agenzia dell’energia nucleare (NEA) pubblicano stime biennali delle risorse di uranio a livello mondiale nel cosiddetto Libro Rosso. Michael Dittmar, un fisico delle particelle al CERN di Ginevra, in Svizzera, la scorsa settimana ha rilasciato una analisi critica dei dati e ha sostenuto che le ragioni dietro la fluttuazione delle risorse stimate in questi ultimi anni non sono chiare.

Nel 2007 il Red Book stimava che c’erano 5,5 milioni di tonnellate di uranio che potevano essere estratte per meno di 130 dollari al chilo, rispetto ai 4,7 milioni di tonnellate nel 2005. Nel normale processo di scoperta geologica, spiega Dittmar, gli aumenti dovrebbero riguardare sia l’uranio sicuro che quello potenziale. Ma

quasi tutto l’aumento deriva da questa seconda categoria.

In Niger, ad esempio, le stime delle risorse a partire dal 2003 hanno oscillato in un modo che è difficile da spiegare geologicamente. Le modifiche possono avere motivazioni politiche, egli dice, forse per influenzare gli investimenti nel Paese. Robert Vance, un analista di energia nucleare alla NEA, afferma che non si può escludere questo tipo di attività, ma aggiunge che non ci sono regole rigide in materia di stima delle risorse.

Il Libro Rosso indica che ci sono risorse più che sufficienti per soddisfare la domanda futura, aggiungendo che l’industria è a conoscenza delle risorse secondarie che diminuiscono ed è pronta per investire nelle miniere. Ad esempio, il Kazakistan ha aumentato la produzione di uranio ad un tasso del 30% all’anno, il che lo rende uno dei maggiori produttori del mondo.

Tuttavia, le società minerarie nelle nazioni sviluppate non saranno in grado di aumentare la produzione ad un ritmo analogo a causa delle severe leggi ambientali. Una situazione che si traduce in un salto nel buio per chi vuol investire proprio in quel campo. Come l’Italia.

Fonte: [New Scientist]

Commenti (14)

  1. Magnificent items from you, man. I’ve understand your stuff previous to and
    you are just too great. I actually like what you have got right here,
    certainly like what you’re saying and the best way
    wherein you assert it. You’re making it enjoyable and you continue to care for to keep it
    sensible. I can not wait to read much more from you. This is really a tremendous website.

    Look at my webpage; ig

  2. i love sweatshirt and jeans so much!!
    sitemap 1360 http://ko.modularization.us/sitemap1360.xml

  3. I saw you in Derry NH the other nighta nd found your singing to be breathtaking. You are a fabulous performer
    sitemap 3062 http://ar.sententious.biz/sitemap3062.xml

  4. Ang laki nga ng mga ngipin ni Philippines. Pareho sila ni Australia na tila may “over-bite” pa kaya na-OUT din!
    sitemap http://es.stertorous.biz/sitemap408.xml

  5. Since I have a thing for blue and white, I love, love, love that shirt. And now I want it to be summer, so I can wear my own denim baseball cap. Oh well.
    sitemap http://www.sententious.biz/sitemap448.xml

  6. Love all of the bold blue colors! Beautiful outfit, Jules!
    714 http://ja.preparatory.biz/sitemap714.xml

  7. ANYARE? Sabi nila mananalo ang Philippines.
    sitemap 908 http://www.rickets.biz/sitemap908.xml

  8. wah ahirnya menemukan yang simple, thxs alot mas infonya, mohon bimbingan lagi seandainya saya tersesat heheheee
    1531 http://ja.aldosterone.biz/sitemap1531.xml

  9. Same problem here, can you please mail me the solution
    sitemap http://es.ignorance.biz/sitemap1912.xml

  10. Hiya, Im 49 now but we had a child in 2002 so he was conceived in 2001 sometime. I was already HIV positive and unfortunately did not know I was positive. He was born is good health and HIV negative and is now 10 years old so I would say your chances are as good as anyone else to have a healthy kid.
    1946 http://vi.sententious.biz/sitemap1946.xml

  11. Does not say at what temp to cook brownies
    sitemap 898 http://es.repentance.biz/sitemap898.xml

  12. Happy birthday Bryan, and welcome to the seniors’ club. Looking forward to catching up on your return. Kate
    791 http://ru.ignorance.biz/sitemap791.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.