Rifiuti, a Natale i romani fanno la differenza

di Paola P. 1

Ci siamo, Natale è alle porte. A breve verranno scartati migliaia di pacchetti, stappate centinaia di bottiglie di spumante e si darà il via a cenoni e banchetti natalizi. E… verranno create tonnellate di rifiuti. Per quanti di voi ci seguono da Roma, e sono tanti, pubblichiamo il decalogo diffuso in queste ore dall’Ama, l’azienda di igiene urbana capitolina per fare la differenza anche e soprattutto durante le feste, riciclando tutto il riciclabile negli appositi cassonetti.

Partiamo dalla spazzatura prodotta dai regali. La comune carta da pacchi, piegata e ridotta di volume, va nel cassonetto bianco (raccolta differenziata di carta e cartone).
I nastri da imballaggio e la carta plastificata vanno invece conferiti nel cassonetto verde (materiali non riciclabili).

Veniamo al brindisi: la bottiglia di spumante va svuotata di tutto il suo contenuto, eliminando il tappo di sughero che va gettato nel cassonetto verde, sciacquata e conferita nel cassonetto blu (raccolta differenziata dei contenitori in vetro, plastica, alluminio).
Le bottiglie di plastica, schiacciate, vanno in quello blu così come le lattine delle bibite.

Per 420mila romani saranno messe a disposizione anche delle apposite piazzole mobili atte alla raccolta degli scarti alimentari (avanzi di cibo, frutta e verdura), nei quartieri Prati Fiscali, Tuscolano-Don Bosco, Laurentino 38, Appio-Tuscolano, Marconi, Aurelio-Irnerio.
I residenti dei quartieri Colli Aniene, Decima, Massimina, Villaggio Olimpico, Torrino Sud, Trastevere, Aventino, San Saba, Testaccio, area monumentale del Centro storico dovranno invece utilizzare gli appositi bidoncini domestici.
Tutti gli altri dovranno invece buttarli nei cassonetti verdi.

L’Ama fa sapere che le posate ed i piatti di plastica, non essendo riciclabili, vanno gettati nei cassonetti verdi.
Per quanto riguarda l’albero di Natale, quello vero, si può riconsegnare presso uno degli undici centri di raccolta Ama: verrà ripiantato o trasformato in compost.
Per quelli artificiali, così come per tutti i rifiuti elettrici ed elettronici e per i mobili, sono presenti nella capitale 11 centri fissi di raccolta aziendali e 186 postazioni mobili di raccolta. Maggiori informazioni sul servizio sul sito amaroma.it.

[Fonte: Adnkronos]

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.