Difficoltà a portare il vostro cane in vacanza? E lui parte da solo con la Pet-Airways

di Marco Mancini Commenta

petairways

In un periodo in cui gli aerei cadono nemmeno fossero di carta, gli americani risolvono (quasi) definitivamente il problema del trasporto degli animali in vacanza fondando una nuova compagnia aerea. Si chiama Pet-Airways, ed è stata inaugurata la scorsa settimana con un volo partito dall’aeroporto Farmingdale di New York.

Si tratterà del primo aereo in cui non è consentito l’ingresso agli esseri umani, equipaggio escluso, ma soltanto agli amici a quattro zampe. Per ora questi aerei viaggiano soltanto negli Stati Uniti e coprono le tratte di 5 città. Oltre a New York ci saranno anche Los Angeles, Chicago, Denver e Washington, ma assicurano dalla compagnia che l’iniziativa ha avuto così tanto successo che si sta pensando ad espanderla, anche al di fuori degli States. Ma in cosa consiste?

L’aereo è costruito come un normalissimo aeroplano di linea, solo che al posto dei sedili avrà delle cucce in cui i cani prenderanno posto. Qui verranno accuditi da hostess e steward addestrati all’occorrenza per controllarli una volta ogni 15 minuti, e prevedono alcune tappe intermedie durante i voli lunghi per far sgranchire un po’ le zampe agli ospiti. Una volta atterrati, i pets attenderanno in una sala l’arrivo del loro padrone che potrà così riabbracciare il proprio migliore amico per trascorrere insieme le vacanze che altrimenti avrebbe dovuto trascorrere soltanto con altri esseri umani.

Il costo del volo, a seconda della tratta, varia dai 149 dollari ai 299. L’unica limitazione è che per ora sono consentiti gli ingressi solo a cani e gatti, per un massimo di 50 unità per viaggio. L’idea è venuta a Dan Wiesel, co-fondatore della compagnia insieme alla moglie Alysa Binder, il quale ha analizzato i dati sui voli degli animali nelle stive sotto le cabine dei padroni, e ha scoperto che c’è un’alta percentuale di decessi, di feriti, e addirittura anche di dispersi. Tutto questo ha contribuito a creare ansia e paura nei padroni che preferivano non far viaggiare i loro animali in aereo. Ma ora non dovranno più temere nulla, il servizio c’è e dai primi dati sembra che vada tutto alla grande. Per chi voglia qualche informazione in più, il sito www.petsairways.com vi fornirà tutti i chiarimenti.

Fonte: [Ansa]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>