BMW i, un piano per la mobilità urbana elettrica da 400 milioni di euro

di Paola P. 1

Il gruppo BMW guarda al futuro e si dà all’elettrico, costituendo un nuovo sub-brand, BMW i, interamente dedicato alla mobilità urbana elettrica. Un progetto ambizioso che vedrà lo start nel 2013 con un investimento da parte della casa automobilistica pari a circa 400 milioni di euro e, dettaglio non trascurabile, sul fronte occupazionale, darà lavoro ad 800 persone che lavoreranno nello stabilimento BMW di Lipsia alla costruzione di due nuovi modelli a propulsione elettrica cui faranno seguito quasi certamente altri in futuro.

Lo stesso processo produttivo sarà improntato alla sostenibilità ed al risparmio di risorse: il fabbisogno di energia elettrica, fa sapere la compagnia, sarà inferiore del 50%, l’utilizzo di risorse idriche inferiore del 70% e l’assemblaggio utilizzerà energia 100% rinnovabile.

Del nuovo marchio sostenibile BMW i, born electric come recita il claim del logo, godrà in primis la BMW i3, ovvero il Megacity Vehicle. Successivamente a fregiarsene sarà la BMW i8, come spiega Ian Robertson, del consiglio di amministrazione, responsabile di vendite e marketing:

basata sulla Concept car BMW Vision EfficientDynamics la cui tecnologia plug-in hybrid unirà la sportività di una vettura ad alte prestazioni con i consumi di una piccola automobile. La i3, invece, sarà una vettura pensata per la mobilità in città, lunga circa 4 metri, dalla generosa abitabilità e con un peso di 300 kg inferiore rispetto alle altre vetture elettriche tradizionali.

Le due nuove vetture a marchio BMW i utilizeranno i servizi BMW Connected Drive collegati alle infrastrutture e si baseranno, fisicamente, sull’architettura LifeDrive composta da uno chassis in alluminio in cui è collocata la trasmissione e da una struttura rinforzata con fibre di carbonio che costituisce la cellula dell’abitacolo. Parcheggi, viabilità, car sharing, saranno servizi premium che permetteranno al conducente di dialogare con l’esterno, offerti in tempo reale grazie a partnership siglate dalla BMW i venture, venture capital company creata a New York dalla BMW.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>