Un cimitero zero emissioni, bare ecologiche e Gps per trovare i defunti

di Redazione Commenta

La tomba dell’ecologia ovvero un sepolcro ecologico. Avevamo già parlato tempo fa delle soluzioni per morire ecologico in Olanda. Oggi, invece, ci spostiamo dall’altra parte del globo, a Sidney, Australia: in campo un’idea, quella di non inquinare in vita né oltre la vita. E’ così che nasce l’ecocimitero, diverso da quello che siamo abituati a vedere, oseremmo dire rivoluzionario.
Niente lapidi né pietre tombali: per registrare la posizione esatta e localizzare successivamente il defunto c’è il GPS. Le coordinate del ricordo ci verranno in aiuto nelle nostre visite e c’è chi giura, Ecologiae incluso, che questo sarà il cimitero del futuro.

Il cimitero ecologico a impatto zero è il St. Francis Field (deve il suo nome a San Francesco di Assisi), presso il cimitero di Kemps Creek nella periferia ovest di Sydney. Attualmente ha una capienza di 300 persone, 300 veri e propri ecodefunti che ridurrano la loro impronta sull’ambiente in vita come in morte. Come? E’ presto detto: tutto, all’interno del cimitero, è naturale ed ecologico: dalle bare biodegradabili, realizzate senza ricorrere all’impiego di sostanze chimiche e con un processo a zero emissioni, alla procedura di preparazione della salma che avviene senza impiegare conservanti e disinfettanti, agevolando in tal modo il riciclaggio naturale. L’uso di un sito è concesso per un periodo di 30 anni, trascorsi i quali si potrà rinnovare ulteriormente.

All’inaugurazione, avvenuta nei giorni scorsi, è intervenuto il ministro della pianificazione del Nuovo Galles del Sud, Tony Kelly, che ha definito St. Francis Field una scelta economica ed ecologica per le famiglie che visitano i cari defunti, precisando, inoltre che

i terreni di sepoltura naturali rispondono ad una necessità emergente, di una soluzione più ecologica rispetto alle sepolture tradizionali e alla cremazione.

“St. Francis Field diventa un campo di sepoltura sostenibile per le generazioni a venire, il primo esempio di una soluzione che sarà ripetuta”, ha concluso Kelly.

Che l’uomo la smetta di inquinare in vita e oltre la vita: cipiace.

[Fonte: Ansa Ambiente&Energia ]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.