Con “Fiori” anche Celentano si schiera con l’ambiente

di Marco Mancini 1

La partita della politica futura si giocherà sul terreno dell’ecologia. Questo l’ha capito anche Adriano Celentano, che sulla scia del suo Rockpolitik ci regala oggi una canzone basata sul futuro della nostra Terra, che ha un sottofondo politico che, crediamo, difficilmente qualcuno di quelli che scaldano le sedie in Parlamento coglieranno.

Il video, che si può vedere sul sito del Corriere della Sera, rappresenta un alieno che arriva su una Terra buia e triste, e l’unica cosa bella che vi trova sono i fiori. Gli esseri umani sono rappresentati da manichini spogli, soli, come dice il testo della canzone scritto da Neffa Siamo stati soli anche quando c’era troppa gente“.


E’ un pò la rappresentazione catastrofica del futuro che da più parti si esprime, con un’ambientazione onirica di un mondo troppo grande e troppo vuoto anche se occupato incivilmente dagli esseri umani, che si costruiscono grandi edifici che portano a “il vuoto di queste stanze così grandi e i silenzi troppo ingombranti“. Dimostrazione che dopotutto non serve così tanto spazio da occupare per ognuno, perchè è inutile riempire l’esterno e svuotarci all’interno.

Ma Celentano concede anche una speranza. Dice infatti “per noi deve esserci un’uscita sull’esterno e un giorno dopo quest’inverno“. Simbolo della speranza dell’umanità di uscire da questo periodo buio e far finire quest’inverno. E questa speranza sono proprio i fiori, che simboleggiano la natura, la nostra Grande Madre che ci ha creati e che ci potrà far uscire da questo inverno dell’umanità, se solo noi la rispettassimo un pochino di più. Non è un caso che, alla fine del video, l’extraterrestre tornando sul suo pianeta si porti dietro l’unica cosa buona che ha trovato sulla Terra, e cioè un fiore. Speriamo che quando un giorno ritornerà, potrà trovare qualcosa di meglio.

Commenti (1)

  1. I am extremely impressed with your writing skills and also with
    the layout on your weblog. Is this a paid theme or did you modify it yourself?
    Anyway keep up the nice quality writing, it is rare to see a great blog like this one these days.

    my web-site: ig

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.