Costa Concordia al Porto di Genova, ultime notizie e dichiarazioni

di Redazione Commenta

La Costa Concordia entra al Porto di Genova oggi, 27 luglio 2014: la messa in sicurezza della banchina avverrà attorno alle ore 14, come comunicato dal sempre discusso capo della Protezione Civile Gabrielli. Non mancherà di presenziare alla cerimonia che avrà luogo al termine delle operazioni lo stesso Presidente del Consiglio Matteo Renzi, mentre il ministro Galletti ricorda: “Oggi non è un giorno di festa, in questa vicenda ci sono 33 morti”.

La Costa Concordia ha lasciato l’isola del Giglio, come è noto, e come riferiscono le ultime notizie, è da poco entrata nel porto di Genova che si è aggiudicato i lavori per lo smantellamento del relitto. Si è registrato questa mattina un forte vento su Genova che ha rischiato di incidere sulle tempistiche ma al momento i problemi non sembrano comunque troppo ingenti. Alle ore 14, come anticipato, si passerà alle operazioni per la messa in sicurezza della banchina, quindi di seguito dovrebbe aver luogo una cerimonia cui presenzierà anche il presidente Matteo Renzi. Sono passati più di 3 anni e mezzo dallo sciagurato naufragio dell’11 gennaio del 2011, a breve si entrerà in una fase nuova, quella dello smantellamento volto al recupero di enormi mole di materiale dalla gigantesca nave da crociera Costa.

Come al solito non mancano attorno al caso della Costa Concordia le dichiarazioni delle autorità e degli esponenti politici. Tra le ultime notizie sulla Costa Concordia a Genova abbiamo le dichiarazioni del capo della Protezione Civile Franco Gabrielli, che ha voluto lanciare più di una frecciata nel corso della mattinata.

Più che remare contro, in molti hanno pensato agli affari propri. Altri hanno pensato a coprirsi le spalle rispetto a responsabilità che immaginavano di avere. […] quelli che aspettavano questo giorno per dire ‘io l’avevo detto’. A queste persone va il mio pensiero commosso, nella vita si dicono tante cose, purtroppo questa fatidica frase non potrà essere detta.

E Gabrielli ha aggiunto che per chi volesse capire a chi si riferisce basta dare un’occhiata alla rassegna stampa per trovare nomi a bizzeffe. Ma le dichiarazioni di Gabrielli in merito alla Costa Concordia nel porto di Genova non sono certo frasi isolate. E’ tornato a farsi sentire perfino il ministro dell’ambiente Gian Luca Galletti, presente a Genova, che ha dichiarato: “oggi non è una festa, dietro questa vicenda ci sono 33 morti” e ha aggiunto che i lavori per il galleggiamento del relitto e per il suo trasporto in Liguria si sono svolti “nel pieno rispetto dell’ambiente“. Il ministro dell’ambiente ha quindi commentato come segue gli eventi della trafica notte del gennaio 2011:

Costa Crociere ha fatto il suo lavoro e lo ha fatto con grande serietà. Era loro responsabilità fare quello che hanno fatto, la responsabilità del disastro era loro, bisogna riconoscere che lo hanno fatto con responsabilità”, ha dichiarato ai giornalisti il ministro dell’Ambiente Galletti, che, tornando alla notte del naufragio, ha aggiunto: “Di fronte a quello che è capitato al Giglio non c’è risposta. Fu imperizia allo stato puro e la manovra che fu fatta non si poteva fare.

Photo credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.