Film e documentari ecologisti e animalisti, 10 titoli da vedere

di Matteo Carriero 1

 Tra i tantissimi film e documentari ecologisti e animalisti, segnaliamo oggi 10 titoli particolarmente interessanti, in una lista che potrebbe aiutare gli appassionati di cinema e gli amanti della natura e degli animali a colmare qualche lacuna. Da Earthlings a The Cove passando per i lavori cinematografici e documentaristici di Werner Herzog.

Iniziamo la nostra carrellata su film e documentari ecologisti e animalisti con Earthlings: lavoro documentaristico scritto e diretto da Shaun Monson e narrato splendidamente da Joaquin Phoenix. L’opera dura poco più di un’ora e mezza e si focalizza sulla realtà degli allevamenti intensivi, della produzione di vestiario, in sintesi sulla violenza non realmente necessaria inflitta sistematicamente, ogni giorno, nei confronti degli animali. Può essere un inizio per chi vuole conoscere meglio il mondo dell’animalismo, ma attenzione: nel film sono presenti alcune scene di violenza.

Titolo più recente, che ha scatenato polemiche ed è senz’altro un buon lavoro dal punto di vista cinematografico è The Cove. Il docufilm ha vinto l’oscar come miglior documentario e si concentra sulla mattanza dei delfini in Giappone, più specificamente sulla caccia annuale che si svolge nel parco nazionale di Taiji. Si tratta di un’opera girata di nascosto, per ben cinque anni censurato in terra nipponica.

Due film assolutamente interessanti a tema non esplicitamente ecologista sono Fitzcarraldo, di Wener Herzog, definito un “inno alla natura selvaggia”, e il bellissimo L’ignoto spazio profondo (The Wild Blue Yonder). Quest’ultimo è un lavoro davvero atipico: un alieno racconta la sua storia e quella della sua gente, mentre gli uomini riescono, infine, a sbarcare sul pianeta Wild Blue Yonder, dal quale provengono gli alieni. Le immagini del film (che dura solo 81 minuti), sono incredibili, ma attenzione, nessun effetto speciale. Le meraviglie a cui si assiste non sono affatto aliene, ma del tutto terrestri. E nel finale si dipana il messaggio ecologista.

Tornando in tempi recentissimi, non possiamo che citare La quinta stagione: film discusso e criticato, anche al Festival di Venezia, propone messaggi ambientalisti in chiave spesso metaforica. Un film senza dubbio non facilissimo, ma che merita la visione da parte degli appassionati. Invece in un’ottica più concreta abbiamo il documentario del 2004 intitolato End of Suburbia, il collasso del sogno americano. Un lavoro dedicato al petrolio e ai suoi derivati, un’analisi dettagliata e approfondita di quanto dipendiamo dall’oro nero e di quanto, forse, potremmo dipenderne meno.

Altri due documentari che hanno fatto rumore negli ultimi tempi sono Trashed – Verso rifiuti zero, di Candida Brady e con Jeremy Irons, e Thread. Il primo è dedicato ai rifiuti, all’inquinamento, a quell’assurdo e mostruoso continente di spazzatura che è il Pacific Garbage Patch, mentre il secondo si concentra su un ambiente del tutto particolare: quello della moda. Settore ancora lontano dal prestare la giusta attenzione all’ambiente e alla salute in fase di produzione e non solo. Per chi fosse in cerca di film – documentari ambientalisti o animalisti riguardanti le api, segnaliamo Honey – Un mondo in pericolo, dedicato alla moria delle api a livello globale e alle possibili cause e ripercussioni a essa collegate. Per concludere, per chi se lo fosse perso, suggeriamo inoltre Earth – La nostra Terra, che racconta di orsi, balene ed elefanti nell’epoca del riscaldamento globale.

Photo Credits | Wajimacalit su Flickr

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.