Sarah Palin contro le balene Beluga

di Marco Mancini Commenta

Non è più diventata vicepresidente, ma Sarah Palin ha deciso di non farsi dimenticare dal mondo, e con delle decisioni impopolari continua a rimanere sulla cresta dell’onda. Anche se il suo partito ha perso le elezioni, lei è rimasta ugualmente la governatrice di uno degli Stati ecologicamente più in pericolo, l’Alaska, un’area che ospita molte specie in via d’estinzione e che mantiene ancora gli equilibri termici in bilico, ma che è sempre più in pericolo a causa del riscaldamento globale.

Il Governatore dell’Alaska è famosa anche per essere un’appassionata cacciatrice, ed uno super-scienziato segreto (che forse tanto super non è). Nei giorni scorsi ha annunciato che il governo federale ha sbagliato a mettere il balene Beluga nella lista delle specie minacciate dall’estinzione. Ovviamente, la Palin deve aver fatto un enorme quantità di studio scientifico indipendente per arrivare a questa conclusione. Più probabile che sia stata manovrata da qualche lobby del petrolio e del gas interessata alle trivellazioni, di cui ci siamo già occupati in passato, e che hanno usato questo escamotage per aggirare l’ostacolo.

Lo Stato dell’Alaska teme che le balene Beluga (protette perché in via d’estinzione) e gli orsi polari vengano danneggiati dalla pesca, dal turismo e dall’esplorazione del terreno alla ricerca di combustibili fossili. Per fortuna sono in molti gli scienziati che hanno rilevato che, grazie alle misure precauzionali prese in questi anni, la popolazione delle Beluga si sia stabilizzata e si stia riprendendo, scongiurando per ora il pericolo estinzione. Cook Inlet è la regione più popolata ed in più rapida crescita dell’intera Alaska per quanto riguarda questo tipo di animali. Le compagnie trivellatrici puntano proprio a questa zona, ma sono limitate dal fatto che, siccome abitata dai Beluga, il territorio non può essere sfruttato a dovere. E allora ecco trovata la soluzione: togliere le Beluga dalla lista degli animali in via d’estinzione e il gioco è fatto.

Ecco la risposta degli ambientalisti americani. Secondo Brendan Cummings, del centro per la diversità biologica:

“Ancora una volta il governatore Palin ha dimostrato una totale mancanza di comprensione e di preoccupazione per la difficile situazione delle specie minacciate dall’estinzione. Dev’essere colpita da un’ossessione irrazionale verso l’estinzione della balena bianca”

Potete credere che questa donna è stata quasi ad un passo dalla Casa Bianca? La sua incapacità verso le questioni ambientali è sorprendente. E dire che rimarrà al Governo dell’Alaska ancora per un paio d’anni. Chissà quante altre ne potrà combinare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>