Da un accordo tra INGV e Protezione Civile nasce il Centro Pericolosità Sismica

di Matteo Carriero 1

L’INGV, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e il DPC, il Dipartimento della Protezione Civile, hanno firmato un doppio accordo che riguarda, da un lato il rifinanziamento dell’INGV, dall’altro la creazione di un Centro per la Pericolosità Sismica presso lo stesso Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia.

Continua la collaborazione tra la Protezione Civile e l’INGV: il doppio accordo siglato di recente vede da un lato un nuovo finanziamento per le attività di servizio dell’Istituto del 2013 per un importo pari a 10 milioni di euro, dall’altro l’interessante creazione di un Centro per la Pericolosità sismica presso l’INGV, sovvenzionato con mezzo milione di euro. Quali saranno i compiti del nuovo Centro? L’INGV comunica che al momento gli esperti sono al lavoro sul potenziamento delle banche dati e dei modelli di calcolo al fine di rendere possibili nuove e più precise stime di pericolosità sismica entro periodi più o meno brevi. In seguito il Centro per la Pericolosità Sismica

potrà diventare una struttura permanente di riferimento con il compito di trasferire in modalità pre-operativa e operativa i risultati e gli avanzamenti della ricerca scientifica e tecnologica – a livello nazionale e internazionale – in materia di pericolosità sismica, inclusi quelli sviluppati con i progetti regolati dalla Convenzione in atto tra il Dipartimento e l’INGV per gli sviluppi scientifici.

Il comunicato stampa dell’INGV spiega quindi come una volta terminata la fase di sperimentazione pre-operativa i dati e le stime elaborate dal Centro per la Pericolosità Sismica potranno essere sfruttati in vari contesti di prevenzione: dall’aggiornamento delle famose mappe sismiche fondamentali per la valutazione dell’edificabilità di determinati territori all’elaborazione delle migliori strategie di intervento per il rafforzamento degli edifici preesistenti entro zone di pericolosità sismica elevata. Interessante aggiunta, quindi, questa del Centro Pericolosità Sismica alle strutture del nostro Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.