Allergie, bollettino pollinico settimana 10-15 luglio 2014

di Redazione Commenta

Gli ultimi aggiornamenti utili per chi soffre di allergie nelle varie zone d’Italia: ecco le previsioni del bollettino pollinico della settimana per le giornate dal 10 al 25 luglio 2014.

L’ultimo bollettino pollinico stilato da Ilpolline.it prevede nella zona di Alpi e Prealpi, per le prossime giornate, un calo dei pollini di betulaceae e di cupressaceae e taxaceae, ma permangono ad alte concentrazioni nell’aria i pollini delle fagaceae (e della Castanea sativa in particolare) e a concentrazioni medie quelli delle sempre temute graminae, mentre si prevedono concentrazioni medio basse per i pollini delle polygonaceae e delle urticaceae. Assenti o molto rarefatti i pollini delle pinaceae, mentre la situazione resta critica per quelli delle plantaginaceae: si prevedono presenti costantemente in alte concentrazioni nelle prossime giornate. Segnaliamo infine la presenza a concentrazioni variabili, anche alte, delle spore di alternaria.

Per chi soffre di allergie nei prossimi giorni di luglio 2014, nella zona dell’Appennino Centro Adriatico, si stima un calo dei pollini di cupressaceae e taxaceae e – tra le fagaceae – dei pollini di Quercus. Anche in questo caso situazione difficile per i pollini di plantaginaceae, presenti costantemente ad alte concentrazioni nell’aria. Attenzione anche ai pollini di graminae e urticaceae, presenti a concentrazioni medie. Potrebbero essere presenti, ma solo sporadicamente e a basse concentrazioni, i pollini di myrtaceae. Presenti a basse concentrazioni o ormai del tutto assenti risultano inoltre i pollini delle oleaceae, delle pinaceae e delle euphorbiaceae. Si prevedono presenti a concentrazioni medio alte le spore di alternaria.

Nella zona del Centro Tirreno il bollettino pollinico prevede un calo dei pollini di graminae, mentre persistono a concentrazioni medio o anche alte, a seconda delle giornate e delle condizioni atmosferiche, i pollini delle urticaceae e della Parietaria in particolare. Persistono con costanza ma a basse concentrazioni i pollini delle cheno amaranthaceae, delle fagaceae, delle myrtaceae e delle polygonaceae.

Nelle giornate dal 10 al 15 luglio 2014 il bollettino pollinico prevede, per la zona del Nord Adriatico, la presenza di pollini di graminae a concentrazioni medie nell’aria, di pollini di fagaceae e urticaceae a concentrazioni basse ma soprattutto concentrazioni elevate e costanti per tutte le giornate dei pollini di plantaginaceae e delle spore di alternaria.

Passiamo ai dati utili agli allergici che vivono nella Pianura Padana. Dai dati del bollettino si evince una situazione non lontana da quella descritta precedentemente: alte le concentrazioni per i pollini di plantaginaceae e le spore di alternaria, ma a concentrazioni medie saranno presenti anche i pollini delle graminae e delle urticaceae. Quasi del tutto assenti e ulteriormente in calo risultano i pollini di betulaceae, mentre scemano anche quelli delle cupressaceae e taxaceae. Persistono invece con concentrazioni basse i pollini di pinaceae nell’area della Pianura Padana.

Situazione decisamente più “tranquilla” per chi soffre di allergie nell’area del Sud Adriatico. Quasi assenti i pollini di pinaceae e compositae, si segnala il persistere a basse concentrazioni nell’aria dei pollini di graminae e urticaceae e – a medie concentrazioni – delle spore di alternaria. Le previsioni del bollettino pollinico della settimana si riferiscono sempre alle giornate comprese tra il 10 e il 15 luglio 2014.

Photo credits | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.