Dai rifiuti nasce un edificio. La nuova sede di Savno ecologica ed ecocompatibile

di Chiara Ranallo 4

Un edificio di 600 metri quadrati fatto interamente di rifiuti: è la nuova sede di Savno (Servizi ambientali Veneto nord orientale) inaugurata a Conegliano (Treviso) il 30 maggio scorso. La struttura, progettata secondo i più avanzati criteri della bio-architettura, è completamente ecologica ed ecocompatibile ed è costruita con rifiuti provenienti dalla raccolta differenziata, come l’acciaio. Tutti i materiali impiegati per la costruzione dell’edificio sono riciclati e riciclabili al 100 per cento e dotati di certificazione bio-ecologica.

Pochissima energia, inoltre, è stata consumata per la produzione dei materiali. Utilizzate, tra gli altri, anche le bottiglie in pet, riciclate dai 35 comuni trevigiani, per la produzione di fogli in poliestere utili all’isolamento termo-acustico dell’edificio. I giornali riciclati sono stati utilizzati, invece, per ricavare una fibra di cellulosa impiegata nell’isolamento dei pavimenti.


Dagli scarti delle segherie, infine, provengono i pannelli in legno-cemento destinati al tamponamento. L’attenzione all’ambiente non si ferma alla scelta dei materiali. La struttura è dotata di impianti progettati per ridurre i consumi energetici, nel rispetto dell’ambiente e con l’utilizzo di fonti rinnovabili. Per ridurre i consumi e la dispersione di calore, è stato scelto, un sistema di climatizzazione geotermica che, per produrre il 70 per cento dell’energia, utilizza l’accumulo della massa terrestre. È stato realizzato, con il compost proveniente dalla raccolta differenziata, un giardino pensile sul tetto dell’edificio, utile a trattenere l’umidità e le polveri sottili. Previsto anche un impianto per la raccolta dell’acqua piovana utilizzata per i servizi igienici e per innaffiare le piante.
Di fronte all’esigenza di una nuova sede più grande ed accogliente, in tempi di cambiamenti climatici e scarsità delle riserve energetiche – ha commentato il presidente di Savno, Riccardo Szumski – era doveroso un atto di civiltà e di rispetto per l’ambiente, in linea con l’attività della Società. Di qui la scelta di costruire un edificio ecologico, solido ed energeticamente efficiente anche attraverso il riciclo e recupero di materiali provenienti dalla raccolta differenziata, a dimostrazione che gli sforzi dei cittadini nel differenziare hanno degli sbocchi concreti. Il costo complessivo della nuova sede è di circa un 20% in più rispetto ad un normale edificio, ma grazie alle caratteristiche ecologiche del fabbricato, nel giro di breve tempo tali costi verranno ammortizzati.

La costruzione della nuova sede della Savno dimostra come sia cresciuta la sensibilità ambientale anche in campo edilizio, e deve diventare un modello di riferimento per tutti gli altri operatori del settore.

Commenti (4)

  1. ho un articolo da proporvi sulle earthship, sono case costruite con materiali di scarto e terra. molte hanno mura fatte con i copertoni di gomme di automobili riempiti di terra, tengono bene il calore e lo rilasciano gradualmente. sono delle specie di “grotte” autoregolate termicamente…

    vi do un link per farvi capire di cosa parlo: http://www.earthship.net/

  2. grazie davide

  3. grazie.. suggerimento interessante..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.