Green economy, consumare meno risorse per essere più competitivi

di Valentina Ierrobino 2

La crescita verde è il solo futuro sostenibile per l’ Europa e per il mondo. I settori dell’industria e dell’ambiente devono collaborare perché nel lungo termine hanno gli stessi interessi.

queste parole, enunciate dal commissario dell’Unione europea all’ Ambiente Janez Potocnik, racchiudono in sintesi le linee guida della road map presentata questa mattina a Bruxelles per rilanciare l’economia in Europa e per rendere l’Unione più competitiva nel mondo. Rilanciare i consumi è possibile e anche senza consumare le risorse del pianeta come acqua, energia, aria e terra, nel modo in cui lo stiamo facendo, ormai da troppi anni.

Secondo le stime presentate dalla Commissione ogni cittadino europeo consuma in media 16 tonnellate di materiali ogni anno. Di questi circa il 40%, ossia 6 tonnellate,  diventano rifiuti e oltre il 50% di essi finiscono in discarica. Inoltre nel 2050 la domanda di cibo, energia e risorse aumenterà del 70%, ma il 60% degli ecosistemi globali che aiutano a produrre tali bisogni sono sovrasfruttare o degradate. Per questo si deve ripensare la produzione e l’uso di energia in chiave ecologica, riciclando e rinnovando la filiera delle attività economiche; si devono cambiare le abitudini e gli stili di vita non più tollerati dal Pianeta. La Commissione europea ha individuato alcune aree di intervento:

  • settore alimentare. Il 17% delle emissioni di gas serra e di CO2 provengono dal settore alimentare e dalla produzione di cibi e bevande, mentre il 28% delle emissioni proviene dal consumo dei materiali. Diviene necessario limitare gli sprechi alimentari e migliorare la sicurezza alimentare globale, favorire i cibi sostenibili e a km zero;
  • edilizia e costruzioni. Costruire case ed edifici sostenibili comporterebbe un taglio del 42% dei consumi finali di energia, circa il 35% delle emissioni inquinanti dell’Unione e un risparmio di oltre il 50% nei materiali, e nell’acqua;
  • trasporto e mobilità. Si deve puntare su servizi efficienti e moderni sia per il trasporto delle merci che per gli spostamenti dei cittadini per limitare il traffico e combattere smog e inquinamento.

[Fonte: Ansa]

[Foto: Photo Credit | Thinkstock]

 

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.