L’isola di New Moore, contesa tra India e Bangladesh, è stata sommersa dal mare

di Redazione 2

Per quasi 30 anni, l’India e il Bangladesh hanno litigato per aggiudicarsi il controllo di una piccola isola rocciosa, New Moore, situata nella Baia del Bengala. Ora, l’innalzamento del livello del mare ha risolto la controversia: l’isola è scomparsa, assorbita dalle acque.

L’isola New Moore, nel Sunderbans, è stata infatti completamente sommersa, ha annunciato l’oceanografo Sugata Hazra, docente alla Jadavpur University di Calcutta. La sua scomparsa è stata confermata da immagini satellitari.

“Quello che questi due Paesi non sono riusciti a fare in anni di trattative, è stato risolto repentinamente dal riscaldamento globale”, ha proseguito Hazra.

Gli scienziati della Scuola di studi oceanografici dell’università indiana hanno notato un allarmante incremento del tasso con il quale i livelli del mare sono aumentati negli ultimi dieci anni nella Baia del Bengala.

Fino al 2000, il livello dei mari è aumentato di circa 3 millimetri all’anno, ma negli ultimi dieci anni l’aumento registrato è stato di circa 5 millimetri ogni anno.

Un’altra vicina isola, Lohachara, è stata sommersa nel 1996, costringendo i suoi abitanti a spostarsi sulla terraferma, mentre quasi la metà della terra dell’isola di Ghoramara si trova già sott’acqua. Almeno 10 le isole della zona che sono a rischio.

“Avremo un numero sempre maggiore di persone sfollate dalle Sunderbans come immediata conseguenza delle zone insulari sommerse dall’acqua.”

Il Bangladesh, una nazione di 150 milioni di persone, è uno dei Paesi più colpiti dal riscaldamento globale. Le stime parlano dell 18 per cento del litorale del Bangladesh che sarà sommerso e 20 milioni di persone sfollate se i livelli del mare si alzeranno di un metro entro il 2050, come previsto da alcuni modelli climatici. Nonostante l’isola sia stata sommersa e le altre limitrofe siano a rischio, India e Bangadlesh, invece di pensare ad arrestare il cambiamento climatico, continuano a bisticciare per qualcosa che tra qualche anno non esisterà più: isole e isolette del Sunderbans.

[Fonte: Huffingtonpost]

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.