La marcia dei soldati sfruttata come energia cinetica

di Redazione 1

A quanto pare il mondo militare è sempre più attento al risparmio energetico e propenso all’utilizzo delle energie rinnovabili anche negli armamenti e nei mezzi di uso bellico. Un po’ meno attenzione è rivolta invece verso l’ambiente visto che fare la guerra non è certo un’attività che può far bene al nostro Pianeta e altamente inquinante, l’ecologia dei soldati di ecologico ha ben poco tranne che per motivi puramente propagandistici. Comunque, dopo le tute mimetiche solari, stavolta ad essere sfruttata è l’energia cinetica prodotta dalle migliaia di soldati in marcia.

Ingegneri di Leeds stanno infatti sviluppando un modo per catturare l’energia cinetica prodotta quando i soldati marciano per utilizzarla nell’alimentazione degli equipaggiamenti.
Il nuovo sistema progettato per convertire il movimento in energia per le batterie potrebbe contribuire a ridurre il peso degli zaini che si portano dietro le truppe fino a 10 kg.

I dispositivi utilizzeranno ceramica e cristalli ad alta tecnologia come trasduttori piezoelettrici al fine di convertire le sollecitazioni meccaniche in una carica elettrica.
L’energia verrà catturata non solo quando i soldati marciano ma anche quando si piegano, quando saltano, quando strisciano, quando atterrano e in tutti i movimenti che prevedano l’uso di gambe e legamenti.

Il progetto è stato avviato per rispondere alle esigenze de soldati in servizio in Iraq e in Afghanistan. Pesanti equipaggiamenti possono infatti limitare gravemente un soldato nella mobilità e anche portare problemi di salute a lungo termine. Il professor Bell, coordinatore del progetto, afferma di poter riuscire laddove altri hanno fallito miseramente, allegerendo il peso sulle spalle dei militari, nonchè il consumo energetico del mantenimento delle truppe:

Utilizzando materiali ultradinamici in combinazione con l’elettronica, tenendo conto delle differenze personali nel modo di camminare  e nella conformazione dei piedi, siamo fiduciosi di poter realizzare il progetto senza per questo dover aumentare il carico di fatica dei soldati che indossano il dispositivo per la produzione di energia cinetica.

[Fonte: Leeds University (2009, July 27). Soldiers Turn A March Into A Charge. ScienceDaily. Retrieved July 28, 2009, from http://www.sciencedaily.com­ /releases/2009/07/090727081112.htm]

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.