Andrea Orlando, il nuovo Ministro dell’Ambiente è uno dei giovani turchi

 
Matteo Carriero
28 aprile 2013
Commenta

andrea orlando Andrea Orlando, il nuovo Ministro dellAmbiente è uno dei giovani turchiAndrea Orlando, uno dei cosiddetti giovani turchi, è il nuovo Ministro dell’Ambiente del governo, appena formatosi, di Enrico Letta. Originario di La Spezia, il nuovo ministro ha ora 44 anni, è del Partito Democratico e ha cominciato la sua carriera politica in giovanissima età.

Andrea Orlando è, come è noto, il nuovo Ministro dell’Ambiente: succede al ministro uscente del Governo Monti Corrado Clini. Il governo Letta nasce non senza una forte coda di polemiche per la scelta di alcuni ministri, come la nomina a sorpresa di Nunzia De Girolamo all’Agricoltura. Ma vediamo più nel dettaglio chi è il nostro nuovo ministro dell’Ambiente.

Orlando, spezzino, nasce nel 1969 e fin da giovanissimo orienta i suoi sforzi verso l’attività politica e diviene a trent’anni tondi, segretario provinciale della FGCI, mentre a 31 anni diviene consigliere comunale del suo comune di nascita con il PCI, per poi spostarsi nel PDS al momento dello scioglimento del Partito Comunista Italiano. Nel ’93 diviene capogruppo del consiglio comunale di La Spezia e poi segretario cittadino del PDS due anni dopo.

Nel 1997 diviene assessore, in un primo momento alle attività produttive e poi alla pianificazione territoriale, ruolo che ricoprirà a lungo, fino al 2002.  La grande svolta nel 2003: entra nella Direzione Nazionale del partito, per il quale ricoprirà sia il ruolo di responsabile agli enti locali che quello di responsabile dell’organizzazione. Nel 2007 entra nel PD e nel seguente anno viene eletto alla Camera dove diviene membro della Commissione Bilancio e di quella Antimafia. Poi portavoce del PD e presidente del Forum Giustizia nel 2009, su indicazione di Bersani, che poi lo nominerà Commissario del PD a Napoli.

A livello più strettamente ambientale il giovane turco Andrea Orlando è indicato da alcuni come favorevole alle privatizzazioni dei beni comuni come l’acqua. Si è prodigato per lo sblocco dei fondi alle zone alluvionate in Liguria e si è occupato di ecomafie.

Photo credits | Getty Images

Articoli Correlati
YARPP
Gestione rifiuti a Roma, Andrea Orlando pensa a un nuovo commissario

Gestione rifiuti a Roma, Andrea Orlando pensa a un nuovo commissario

Dichiarazioni molto interessanti sono state rilasciate dal ministro dell’Ambiente Andrea Orlando in merito, da un lato, agli sviluppi dell’indagine sui rifiuti del Lazio, per la quale il ministero dell’ambiente valuterà […]

Andrea Orlando presenta la strategia contro i cambiamenti climatici

Andrea Orlando presenta la strategia contro i cambiamenti climatici

Il ministro dell’ambiente Andrea Orlando presenta un documento per la strategia nazionale contro i cambiamenti climatici, tra nuovi investimenti e cambio di rotta nelle politiche già attive, sulla base di […]

Andrea Orlando e il relitto Costa Concordia, il punto della situazione

Andrea Orlando e il relitto Costa Concordia, il punto della situazione

Il nuovo ministro dell’ambiente Andrea Orlando è stato ieri in Toscana, per poi presenziare alla riunione a Piombino dove si è discusso del piano per lo smaltimento del relitto della […]

Il ministro Orlando in visita nelle zone critiche parla di risposte alle emergenze

Il ministro Orlando in visita nelle zone critiche parla di risposte alle emergenze

Il nuovo ministro dell’ambiente Andrea Orlando visiterà nei prossimi giorni alcune delle zone più critiche, in termini di emergenze ambientali, del nostro paese, dall’Isola del Giglio alla Terra dei Fuochi […]

Andrea Orlando, chi è il neofita ministro dell’Ambiente

Andrea Orlando, chi è il neofita ministro dell’Ambiente

Una domanda è sorta spontanea nel momento in cui il nome di Andrea Orlando è stato fatto quando è stato annunciato il Ministro dell’Ambiente ed è stata: “ma chi è […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento