Vessati dai bracconieri gli scimpanzè della Repubblica democratica del Congo

di Paola P. 1

[Photo: Clive Hicks]

I bracconieri della Repubblica democratica del Congo (RDC) minacciano l’esistenza di quella che è la più grande popolazione di scimpanzè rimasta al mondo. A giungere a questa conclusione, lanciando l’allarme a livello internazionale, è stato lo studioso Cleve Hicks, sulla base di osservazioni fatte nel corso delle sue ricerche, durante l’anno 2007-2008, visitando le città, i villaggi e le foreste nella regione del Paese africano denominata Buta-Aketi.

Hicks, che lavora presso l’Università di Amsterdam, descrive la situazione difficile in cui versano le scimmie e le altre creature della foresta congolese in un nuovo e-book che è stato pubblicato da appena qualche settimana. Insieme ai suoi colleghi, Hicks è stato in grado di salvare cinque scimpanzé rimasti orfani, che saranno presto condotti in una riserva nel Congo orientale.

Durante il suo precedente studio, durato circa un anno e mezzo, presso la città di Bili, Cleve Hicks, che fa parte dell’Institute for Biodiversity and Ecosystem Dynamics (IBED) dell’Università di Amsterdam, non ha trovato carcasse di scimpanzè nè esemplari rimasti orfani nella zona, nonostante lì la popolazione degli scimpanzè sia piuttosto numerosa.
Dutante il suo ultimo studio, invece, nella zona di Buta-Aketi, Hicks e il suo staff si sono imbattuti in ben 34 scimpanzè rimasti orfani e in 31 carcasse. Inoltre, il team ha documentato il ritrovamento di 9 pelli di leopardo, dei resti di 13 elefanti e di centinaia di orfani e di carcasse di scimmia.

La gente del posto ha riferito a Hicks che fino a pochi anni fa si è fatto molto poco bracconaggio (tranne che per gli elefanti) nella zona, e che è l’estrazione di diamanti e oro che ha portato all’attuale uccisione di animali e e alla distruzione delle piante selvatiche. Purtroppo, non vi è prova che il commercio di animali selvatici si stia diffondendo rapidamente nelle aree protette del Congo, che sono state recentemente invase dai minatori illegali.

Secondo Hicks se qualcosa non viene fatto subito, presto si perderà uno dei pochi posti di natura incontaminata rimasto ancora nel pianeta. Per approfondimenti rimando ai link diretti all’e-book di Hicks:

[Fonte: Universiteit van Amsterdam (UVA) (2009, March 26). Raising The Alarm About Chimpanzee Massacre In The Democratic Republic Of Congo. ScienceDaily. Retrieved April 15, 2009, from http://www.sciencedaily.com­ /releases/2009/03/090324111818.htm]

Commenti (1)

  1. non sopporto queste azioni crudeli dell’uomo sugli animali …questi uomini se così si possono ancora chiamare, non amano neanche sé stessi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.