Qual è stato il presidente USA più green? Non Barack Obama

di Marco Mancini Commenta

Visto che siamo in periodo di campagna elettorale (alle votazioni americane manca ormai pochissimo), vediamo come se la cava il presidente uscente Barack Obama nel confronto con i grandi del passato. In questa sede non ci interessano i dati economici o di altro genere, ma solo quelli ambientali. Cinque anni fa sullo stesso sondaggio, ma al contrario, il premio di Presidente meno green lo vinse George Bush padre. Vediamo invece chi è stato scelto come il più green.

Lo ha chiesto Now Corporate Knights a 12 delle principali associazioni ambientaliste del mondo: WWF, Greenpeace, NRDC, 350.org, Rebuild the Dream, Friends of Earth, Union of Concerned Scientists, Public Citizen, Climate Progress, Worldwatch Institute, Sierra Club e The Nature Converancy, e tra questi solo uno, Rebuild the Dream, ha votato per l’attuale presidente degli Stati Uniti.

E’ stato un vero e proprio plebiscito per Theodore Roosvelt. Il presidente degli Stati Uniti di inizio ‘900 è riconosciuto da quasi tutte le associazioni (8 su 12) come il più green tra i presidenti Usa, in particolare per essere stato il primo a riconoscere il concetto di eredità della terra e di protezione delle specie a rischio, tanto che per alcuni è il padre del conservazionismo moderno. Sul podio tra i presidenti più green ci sono Richard Nixon con 15 voti, per essere stato tra i primi ad avviare iniziative volte alla protezione dell’ambiente ed in particolare per avere introdotto il concetto di tutela della salute umana in relazione agli scarichi industriali; e Jimmy Carter, 13 voti, per aver istituito l’EPA, l’agenzia per la protezione ambientale.

Ed Obama? Il presidente uscente si piazza solo quarto con appena 7 punti, davanti a Jefferson, Ford, Franklin Roosevelt e Bill Clinton. Evidentemente non sono bastate alle associazioni le belle parole dette durante la campagna elettorale, ma le decisioni altalenanti prese durante questo quadriennio non hanno convinto molti. Con i primi due in classifica cade anche l’idea che nel Partito Repubblicano siano tutti anti-ambientalisti, anche se Roosevelt e Nixon oggi si rivolterebbero nella tomba a sentire le parole pronunciate da Mitt Romney.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.