Costa Concordia, operazione riuscita con soddisfazione di tutti

di Redazione 2

Costa Concordia, l’operazione delicatissima di ieri è riuscita: piovono pareri soddisfatti all’annuncio del termine del raddrizzamento, lo stesso premier Enrico Letta ha speso grandi lodi per gli esperti coinvolti nel progetto.

La Costa Concordia è stata raddrizzata. Ci sono volute quasi 20 ore ma a notte fonda, intorno alle 4 del mattino, le operazioni di rotazione della gigantesca nave da crociera si sono concluse. La Costa Concordia, come da programma, si è appoggiata sul falso fondale a 30 metri di profondità. L’annuncio della buona riuscita della manovra è stato comunicato dal capo della Protezione Civile Franco Gabrielli.

Franco Porcellacchia, uno dei responsabili tecnici delle manovre assieme a Sergio Girotto, ha dichiarato: “penso che meglio di così non potesse andare”. Anche dal coordinatore Nick Sloane arrivano parole di grande soddisfazione, oltre a una comprensibile stanchezza:

Mi sento sollevato e sono un po’ stanco. Mi vado a fare una birra, mando un bacio a mia moglie e vado a dormire. Pochi paesi al mondo avrebbero potuto mettere insieme tanta elettronica e acciaio in così poco tempo per un’operazione di queste dimensioni. Tutto il team è molto orgoglioso di ciò che abbiamo fatto.

Quello che tutti si chiedono, naturalmente, è cosa avverrà adesso. La Costa Concordia non verrà spostata subito: al momento occorre provvedere a effettuare tutte le necessarie operazioni di messa in sicurezza, affinché tecnici ed esperti possano iniziare a lavorare anche all’interno. Naturalmente dovranno essere valutate le condizioni della grande nave da crociera, e si attendono inoltre dei nuovi cassoni da applicare alla struttura.

Tra i prossimi step, inoltre, abbiamo lo svuotamento dei cassoni laterali, che avrà come naturale conseguenza un’ulteriore spinta verso la superficie. Parlare di tempistiche adesso per lo spostamento della nave appare prematuro, calcoli molto più preciso potranno essere riportati dopo le prime valutazioni da parte degli esperti.

Photo credits | Getty Images

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.